Salerno, scintille in Consiglio provinciale sul Cstp. Ok per la manifestazione d’interesse

Dopo le quattro ore di discussione di lunedì pomeriggio, conclusesi con un nulla di fatto con lo scioglimento per mancanza del numero legale, oggi nuovo Consiglio provinciale a Salerno. Al centro della discussione la crisi del Cstp e la manifestazione d’interesse messa a punto dalla Giunta per verificare la disponibilità di aziende pubbliche e private a rilevare il servizio di trasporto pubblico locale in caso di sospensione definitiva delle corse da parte del Consorzio. Stavolta il Consiglio ha dato praticamente via libera alla manifestazione d’interesse prendendo atto della delibera di Giunta provinciale del 26 luglio 2012. In questo modo ci sarà l’attivazione della procedura di invito di Aziende, operanti nel settore del Trasporto Pubblico Locale, per la partecipazione alla procedura negoziata di affidamento temporaneo e di urgenza, a tutto il 31 dicembre 2012, e comunque fino all’individuazione prossima del nuovo soggetto gestore, dei servizi di trasporto pubblico locale extraurbani di cui al Contratto di servizio, attualmente affidati alla Cstp spa, azienda in liquidazione.
“L’assise ha ribadito che, con riferimento alle altre azioni adottabili, la Provincia provvederà a perseguire comunque, in parallelo, ogni azione possibile per tentare di evitare, fino ad espletamento della gara di appalto definitiva, il subentro temporaneo di altre imprese nel contratto Cstp, e che, insieme con tutti gli altri Enti proprietari, sarà adottato ogni provvedimento necessario ad evitare, nelle more, la sospensione dei servizi di trasporto pubblico locale, già erogati dal Cstp”.
Già nella giornata di oggi o, al massimo domani, dovrebbero partire le lettere complementari di Comune e Provincia di Salerno. Procedure separate ma congiunte alla luce dei due contratti di servizio per il trasporto urbano ed extraurbano. La prossima settimana l’insediamento della Commissione chiamata a vagliare le offerte presentate e stilare una graduatoria alla quale ricorrere in caso d’emergenza e, cioè, della cessazione dell’attività da parte del Cstp. Lettere da inviare alle sei aziende che avevano risposto all’avviso pubblico del Comune più altre individuate dalla Provincia come Anm, Air e Ctp.
Il Consiglio ha, anche, approvato la variante al Piano Regolatore Generale del Comune di Cava de’Tirreni, denominata “Contratti di Quartiere II”, adottata con delibera di Consiglio comunale n. 49 del 29/09/2004.
È stato, invece, rinviato l’ultimo argomento all’ordine del giorno: designazione dei consiglieri provinciali nell’assemblea dei rappresentanti della Consulta provinciale degli immigrati.
Anche oggi non sono mancate le scintille tra centrodestra e centrosinistra. Un consiglio giunto dopo le polemiche dei giorni scorsi con manifesti di accuse sulle cause e le responsabilità della crisi culminate con l’annuncio di Mario Santocchio, presidente del Comitato dei liquidatori, di voler querelare il segretario provinciale del Pd di Salerno, Nicola Landolfi. Ieri comunque era arrivato il segnale positivo dello sblocco dei mandati di pagamento da parte della Regione Campania che dovrebbe consentire il pagamento degli stipendi arretrati e della quattordicesima. (020812 Giancarlo Frasca)

Settembre: 2020
L M M G V S D
« Ago    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930