Salerno, offerte anche dalla Gran Bretagna per il “Cstp urbano”

Pur continuando a lavorare per salvaguardare l’unità gestionale del Consorzio Salernitano Trasporti Pubblici, auspicando un nuovo avviso pubblico congiunto su tutto il territorio provinciale servito dall’azienda, il Comune di Salerno va avanti per la sua strada, determinato a non farsi trovare impreparato in caso di sospensione improvvisa delle corse. Questa mattina, quindi, Palazzo di Città ha inviato al Prefetto l’elenco delle ditte che hanno partecipato alla manifestazione di interesse scaduta ieri. A renderlo noto è stato, in una nota, Luca Cascone, assessore alla Mobilità del Comune di Salerno. “Esprimo soddisfazione per la partecipazione significativa di ben 6 ditte, alcune delle quali interessate a rilevare l’intera rete dei servizi e particolarmente disponibili in merito all’aspetto sociale legato ai dipendenti attualmente in organico – spiega Cascone – Il Comune, pur confermando disponibilità ad attuare tutto quanto concordato nella riunione dell’11 luglio scorso, intende rimarcare l’importanza di dover sempre lavorare per garantire il Trasporto, servizio essenziale per migliaia di utenti. Le aziende che hanno risposto alla manifestazione di interesse sono: ARRIVA ITALIA SRL, SITA SUD SRL , CO.SA.T. società consortile a r.l., DELLA PENNA autotrasporti srl, CO.TRA.C., CLP sviluppo industriale spa”. Tra le novità, a parte le offerte campane e quella della Sita Sud, azienda conosciuta da tempo dai viaggiatori salernitani, spicca l’interesse mostrato da un colosso come Arriva Italia, filiale nel Bel paese della multinazionale con sede in Gran Bretagna, uno dei maggiori operatori privati del continente. Con sede centrale in Gran Bretagna opera anche in Italia, Repubblica Ceca, Danimarca, Ungheria, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Slovacchia, Spagna e Svezia. Arriva Holding Italia, fondata nel 2002 gestisce il trasporto urbano, anche tramite società controllate, a Como, Cremona, Desenzano, Gemona del Friuli, Lignano Sabbiadoro, Pinerolo, Trieste e Udine. Inoltre opera nei servizi extraurbani nelle province di Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Imperia, Lecco, Torino, Trieste ed Udine.
Domani, intanto, incontro a Napoli convocato dall’assessore regionale ai trasporti, Vetrella, per un’analisi della situazione economica finanziaria delle società pubbliche di trasporto su gomma e strategie per l’attuzione del processo di liberalizzazione. (190712)

Febbraio 2023
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728