Ricercatori statunitensi a Salerno per rintracciare resti di dispersi Operazione Avalanche ’43

“Nessuno rimane indietro!” Questo è uno dei motti dell’Esercito statunitense fatto proprio dalla sezione del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti d’America, il Defense Prisoner of War – Missing Personnel Office (DPMO), che si occupa di rintracciare i militari dispersi in guerra. Dalla fine della seconda guerra mondiale e fino alla Guerra del Golfo nel 1991, oltre 83.000 americani sono stati dichiarati dispersi o “Missing in Action”. Spesso si tratta di soldati caduti sul campo di battaglia e sepolti in tombe provvisorie che gli eventi bellici hanno reso non individuabili oppure di aviatori caduti in zone di difficile accesso e non recuperati. Centinaia di uomini e donne sia civili che militari lavorano per il DPMO con l’obiettivo di identificare e riportare in patria le spoglie dei loro connazionali dispersi.
Recentemente il Dipartimento della Difesa ha appreso delle attività di ricerca svolte dai volontari dell’Associazione SALERNO 1943 AIR FINDERS ed ha preso contatto con loro per cercare di ritrovare le spoglie di 2 aviatori statunitensi i cui crash site sono stati individuati dai ricercatori salernitani. Per questo motivo un team del DPMO è da venerdì scorso in Campania e con la guida dei SAF e di Raffaele Torluccio e Aniello Sansone, due guide locali, sta ispezionando i così detti “crash site” che si trovano entrambi al confine delle province di Avellino e Salerno. Domani, inoltre, l’Associazione SALERNO 1943 in collaborazione con l’Archivio di Stato di Salerno ha organizzato una conferenza alla quale interverranno i ricercatori statunitensi Joshua Frank e Brian Foss per illustrare le finalità delle proprie ricerche. Diversi soldati americani risultano dispersi in Campania e con questa conferenza si spera di poter allacciare proficui contatti con quanti sono a conoscenza di sepolture di soldati deceduti durante i giorni dell’Operazione Avalanche oppure di siti di abbattimenti aerei. Interverranno la dott.ssa Eugenia Granito dell’Archivio di Stato e Luigi Fortunato, presidente dell’Associazione SALERNO 1943. Sono stati inoltre invitati il massimo esperto della battaglia di Salerno, il dottor Angelo Pesce e Clodomiro Tarsia, autore di una pregevole raccolta di memorie sull’operazione Avalanche recentemente pubblicata da Il Mattino. Ogni informazione sarà molto ben accetta. La conferenza si terrà nei locali dell’Archivio di Stato di Salerno in largo Abate Conforti 7 alle ore 11,00. L’ingresso è libero.
L’Associazione non lucrativa SALERNO 1943 AIR FINDERS è stata fondata nel 2007 da un gruppo di amici appassionati di storia locale. Da allora i suoi volontari hanno ritrovato i resti di due soldati che risultavano dispersi dal settembre 1943, rintracciato i crash site di 23 aeroplani e raccolto migliaia di reperti una cui selezione è attualmente esposta nella mostra visitabile gratuitamente presso l’Archivio di Stato di Salerno. Per quanti volessero collaborare è possibile contattare l’Associazione al 347 51 78 529 oppure via email redazione@1943salerno.it .

Febbraio 2023
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728