Petizione on line per salvare la Mozzarella di Bufala Campana Dop

Un appello alla mobilitazione per salvare la mozzarella di bufala campana Dop. A lanciarlo è il Consorzio di tutela, dopo l’approvazione del decreto attuativo che obbliga gli operatori inseriti nel sistema di controllo della Dop a produrre Mozzarella di bufala campana in stabilimenti esclusivamente dedicati a tale tipologia casearia. Un provvedimento che secondo i produttori «mette in pericolo la stessa sopravvivenza della mozzarella a marchio Dop, dal momento che da luglio (data in cui entrerà in vigore la legge 205 del 2008 con il relativo decreto di attuazione) molte aziende si vedranno costrette alla scelta di abbandonare la Dop per dedicarsi alla produzione di formaggi non certificati, prodotti con latte bufalino anche di altra provenienza, di costo e di qualità inferiori».
“Salviamo la mozzarella di bufala campana Dop” è lo slogan scelto per la petizione popolare. «Sono già 44 le aziende aderenti al Consorzio di tutela – fa sapere il direttore Antonio Lucisano – che ci hanno comunicato che dal prossimo 1 luglio non produrranno più mozzarella di bufala Dop, a causa dell’entrata in vigore delle nuove norme. Si tratta di aziende che rappresentano il 63 per cento della quantità di prodotto certificato. Inoltre sono tanti anche gli attestati di solidarietà che ci pervengono in queste ore. Tutti ci chiedono di fare ogni sforzo per salvaguardare il futuro di un prodotto unico. Per questo abbiamo ideato l’iniziativa, che stiamo diffondendo innanzitutto via web, chiedendo il massimo sostegno». La norma che impone stabilimenti separati è per Lucisano «ingiustificabile e penalizzante», e di cui invica una rapida correzione. Il decreto, pubblicato pochi giorni fa sulla Gazzetta ufficiale, impone ai produttori della Dop di allestire per la mozzarella Dop stabilimento distinti da quelli per la produzione di ricotta e altri prodotti caseari, anche se realizzati con latte di bufala. Una prescrizione che secondo i calcoli del consorzio comporta investimenti per svariati milioni di euro per realizzare i nuovi capannoni e i relativi impianti. Mancando questi ultimi, i produttori sarebbero costretti a non utilizzare per altri prodotti il latte in eccesso che non viene impiegato per la Dop. E migliaia di litri, soprattutto nel periodo invernale, andrebbero buttati.
La petizione per la mozzarella di bufala può essere firmata on line sul sito del Consorzio di Tutela www.mozzarelladop.it, sul profilo facebook “ Mozzarella di bufala bampana Dop” e su quelo twitter “Mozzarella dop”.

novembre: 2019
L M M G V S D
« Ott    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com