Ospedale di Salerno, finito lo sciopero della fame dei sindacati

E’ durato soltanto poche ore lo sciopero della fame indetto da alcuni componenti della Rsu dell’Ospedale di Salerno per sollecitare la regione Campania a scegliere rapidamente il nuovo manager dell’azienda ospedaliera universitaria del capoluogo. la decisione dopo la convocazione di un tavolo in prefettura (290413 Giancarlo Frasca)

Azienda ospedaliera universitaria di Salerno e sindacati di fdronte, il prossimo tre maggio in prefettura per cercare una conclizuiaione e dicsutere dei vari punti di criticità evidenziati dai sindacati e che starebbero minando il livello di servizi offerti dalla struttura di San Leonasrdo e dagli altri presidi collegati. A darne notizia l’Rsu dell’azinenda, dopo aver preso atto della convocazione del tavolo di confronto per la quale è stato ringraziato il Prfettto per l’impegno. per questo motivo è stato sospeso lo sciopero della fame, avviato solo in mattinata,. ed anche il presidio della direzione generale che andava avanti da giorni.
Per i sindacati, i 45 giorni di proroga concessi alla Lenzi hanno sinora rinviato la risoluzione dei problemi per i quali servono decisioni straordinarie e non l’ordinaria amministrazione. Il riferimento va al blocco del turn over, cioé alla possibilità di assumere, così come è stato fatto per le aziende napoletane, per non mettere a rischi i livelli assistenziali. I sindacati hanno chiesto anche chiarezza e collaborazione con l’Università, ed una programmazione dell’attività di tutti i presidi che fanno capo al Ruggi. Oltre San Leonardo anche Mercato San Severino, Cava de’ Tirreni, il Da Procida e Castiglione di Ravello.
I sindaqcati hanno anche sollecitato la Regione Campania a scegliere quanto prima un vero e proprio direttore generale per l’Azienda salernitana, ruolo per il quale ci sarebbe un testa a testa tra l’ex manager dell’Asl di Salerno nonché direttore amministrativo dell’Asl Salerno 1, Alberto D’Anna, ed Albino D’Ascoli, uno dei funzionari più preparati della sanità campana.
Questa settimana, comunque, potrebbe essere decisiva per le sorti del Ruggi. Proprio in questi giorni, infatti, potrebbe giungere la decisione finale sulla scelta del nuovo manager. Alberto D’Anna metterebbe d’accordo sia la Regione Campania che il rettore Pasquino, il cui parere è indispensabile dopo la trasformazione dell’ospedale in azienda universitaria. In pole anche Albino d’Ascoli, come già detto, mentre avrebbe poche chance Antonio Squillante, attuale direttore generale dell’Asl di Salerno, una ipotesi lanciata dal rettore Pasquino nel corso dello Speciale Tg di telecolore della scorsa settimana.

giugno: 2019
L M M G V S D
« Mag    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com