Nitto Palma ufficializza il nuovo ruolo di coordinatore e conferma l’arrivo di Berlusconi

Le anticipazioni diffuse ieri sera e pubblicate già da quale quotidiano questa mattina sono state confermate oggi pomeriggio dal diretto interessato. Dopo alcuni giorni passati a ricevere critiche e sopportare malumori, in particolare dal salernitano oltre che per il caso Cosentino, Nitto Palma ha potuto annunciare ufficialmente di non essere più il Commissario regionale del Pdl campano. Non un abbandono come in molti, nel suo stesso partito avrebbero voluto, ma una riconferma, “benedetta” direttamente da Silvio Berlusconi ieri sera alle 23 e 30. Palma, infatti, è il nuovo coordinatore del Popolo della Libertà della Campania. Ad annunciarlo, nella sede napoletana di piazza Bovio l’ex sottosgretario che ha voluto incontrare la stampa nel giorno nel quale era stata inizialmente fissata la conferenza stampa di presentazione delle liste, poi rinviata sull’onda delle polemiche.
“Ora voglio mettere ordine”, ha detto Nitto Palma dopo aver ricevuto carta bianca dal Cavaliere che, di fatto, ha replicato al fuoco di critiche partite dal Alfano-Carfagna-Caldoro.
Una risposta a chi da Salerno aveva protestato aspramente per la scarsa rappresentanza del territorio della provincia più vasta della regione nelle liste, minacciando di disertare la presentazione delle candidature, ma anche all’ex ministro Landolfi (“Palma? Rimuovetelo ora”).
Lunedì la prima iniziativa elettorale con la presentazione delle liste all’hotel Ramada a Napoli per la quale il neo coordinatore ha lanciato anche un avviso. Non accetterà defezioni. Da nessuno. I candidati dovranno fare il loro lavoro sul territorio, impegnarsi, andare tra la gente. Magari anche più di quanto lo stesso Palma abbia fatto finora.
L’ex sottosegretario ha criticato anche il comportamento della stampa: “Avete parlato tanto di noi e non avete speso una sola parola per la capolista in senato del Pd. Noi siamo convinti che Cosentino uscirá assolto nel processo. Avete detto bugie anche su don Merola. Non è vero che non si è candidato perché c’era Cosentino”. Confermato anche l’impegno diretto di Berlusconi: “Il presidente verrá sicuramente in Campania. Lunedì intanto al Ramada si presenteranno le liste. Questa è una regione nella quale la politica è fortemente radicata e i politici sono abituati al porta porta, quello che intendiamo fare”. (250113)

Dicembre: 2021
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031