Elezioni 2013. Quasi 1.400 amministratori comunali in pista. 250 sindaci

E’ il centro-destra lo schieramento con il maggior numero di sindaci e amministratori in lista (701) seguito dal centro-sinistra che ne conta 304. Più indietro le coalizioni di Monti (250 candidati) e ‘Rivoluzione Civile’ di Ingroia (96 amministratori); ‘Fare per fermare il declino’ ne conta 13.
Sono 1363 gli amministratori comunali (250 i sindaci) che il 24 e 25 febbraio prossimi si presenteranno agli elettori chiamati a rinnovare la Camera dei Deputati e il Senato della Repubblica.
E’ quanto emerge dalla fotografia scattata da Anci Comunicare che ha analizzato le liste presentate dai principali partiti che si sfideranno nelle prossime elezioni politiche.
E’ il centro-destra (Pdl, Lega e Fratelli d’Italia) lo schieramento con il maggior numero di amministratori comunali in lista (701), seguito dal centro-sinistra, con un partito in meno in coalizione, che ne conta 304. Più indietro come candidature le liste a sostegno del premier uscente Mario Monti, che con la lista unica per il senato e le liste di Fli e Udc alla Camera totalizza 249 amministratori. ‘Rivoluzione Civile’ di Antonio Ingroia: tra Camera e Senato l’ex magistrato propone 96 amministratori provenienti dai Municipi italiani. Infine, il movimento di Oscar Giannino schiera 13 amministratori locali, dei quali uno è sindaco.
Nel dettaglio per singoli partiti, dall’indagine di Anci Comunicare emerge come sia il Pdl, con 281 amministratori, il partito che più ha puntato sull’esperienza amministrativa nei Comuni. A seguire Fratelli d’Italia che ne schiera 216, la Lega Nord (204), l’Unione di Centro (191), il Partito Democratico (189), Sinistra Ecologia e Libertà (115), Rivoluzione Civile (96), Futuro e Libertà (31), Monti per l’Italia (27) e Fare per fermare il declino che ne conta 13.
Partendo dalla coalizione di centro-sinistra, quella al momento più avanti nei sondaggi, l’indagine ci dice che il Pd tra sindaci e ‘vice’ conta 61 candidature. La maggior parte proviene dal Nord Italia (42 solo in Lombardia) e sempre la Lombardia in testa per i candidati di Sel (17) che però al Sud schiera ben sei sindaci su dodici nella sola Calabria.
Come detto è il Pdl il partito con più amministratori comunali e anche in questo caso è la Lombardia in testa con 47 candidature seguita dal Veneto ( 34), Piemonte (26) ed Emilia-Romagna (24). Stesso primato del Nord (e non poteva essere altrimenti) per la Lega Nord. Il partito di Maroni candida 70 amministratori in Lombardia, 44 in Veneto e 26 in Emilia-Romagna. Seguono Toscana (10), Friuli Venezia Giulia (9), Liguria (8), Trentino (7), Marche (4) e Umbria (3).
Fratelli d’Italia, il movimento fondato da Giorgia Meloni e Guido Crosetto, conta invece su 24 sindaci, 17 vicesindaci, 28 assessori e 147 consiglieri. Con 216 amministratori comunali candidati alle prossime elezioni politiche, Fratelli d’Italia è secondo solo al Pdl tra i partiti che più di tutti hanno voluto candidare amministratori dei Comuni alle prossime elezioni politiche.
Il premier uscente Mario Monti ha lasciato spazio a 27 amministratori, 31 le candidature nelle liste di Futuro e Libertà. Il maggior numero degli amministratori comunali in questo schieramento arriva dall’Udc che per la sola Camera ha in lista 192 gli amministratori, tra sindaci (27), ‘vice’ (13), assessori (32), e consiglieri comunali (120). A differenza degli altri partiti, l’Unione di Centro punta sul Sud. Sono 6, infatti, i primi cittadini della Campania in lista, seguiti da altri quattro di Puglia e Sardegna.
Infine gli amministratori di ‘Rivoluzione Civile’ di Antonio Ingroia e di ‘Fare per fermare il declino’ di Oscar Giannino. L’ex magistrato ne presenta 96, 60 sono in corsa per Montecitorio e 36 per Palazzo Madama. Anche in questo caso la regione preferita per far emergere le esperienze degli amministratori comunali è la Lombardia che ne avrà 19 tra le proprie fila.
Novità assoluta di questa tornata, il movimento guidato dal giornalista economico Oscar Giannino conta “molti amministratori tra i nostri sostenitori”, afferma chi si occupa dell’organizzazione. I candidati non potevano essere moltissimi a causa dell’assoluta novità di questa formazione. Se ne contano in tutto 13, di cui 11 consiglieri, un sindaco e un vicesindaco; quasi la metà (sei) candidati in Lombardia.

DETTAGLIO PER COALIZIONE: IL CENTRO SINISTRA

Il Partito Democratico schiera quasi 200 amministratori comunali; solo in Lombardia se ne contano 42

L’indagine condotta da Anci Comunicare individua 61 tra sindaci e vicesindaci nelle liste di Camera e Senato, la maggior parte nel Nord-Italia.

Sono 189 gli aspiranti parlamentari del Pd provenienti direttamente dall’esperienza di amministratori dei Comuni italiani. Tra questi, se ne contano ben 61 con la carica di sindaco e vicesindaco. La maggior parte di essi proviene dal nord Italia, e in particolar modo dalla Lombardia, dove i candidati amministratori comunali sono 42. Ampia la rappresentanza delle donne.
I dati emergono dall’analisi delle liste presentate dal Partito democratico, elaborate da Anci Comunicare. Ne risulta un quadro che disegna l’impegno di molti amministratori locali su tutto il territorio nazionale e in tutte le regioni.
Abruzzo
In Abruzzo, per la Camera, corrono Maria Amato, consigliere a Vasto e quarta in lista, seguita in ottava posizione da Gianluca Fusilli, consigliere comunale a Pescara. Capolista al Senato è Stefania Pezzopane, assessore a L’Aquila. Sempre al Senato, ma in posizione numero cinque, il sindaco di Cupello Angelo Pollutri.
Basilicata
Solo un nome nella regione dei Sassi: è Roberto Felicetta, sindaco di Rapone e sesto in lista al Senato.
Calabria
Tre candidati alla Camera e uno al Senato in Calabria: nella lista degli aspiranti Onorevoli c’è al sesto posto Ernesto Magorno, sindaco di Diamante. Seguono il sindaco di Acquaformosa Giovanni Manoccio, in quindicesima posizione, e Pino Capalbo, consigliere comunale di Acri, posizione numero 20. Per Palazzo Madama corre invece Micaela Fanelli, sindaco di Riccia e delegata Anci alle Politiche di sviluppo e coesione.
Campania
Tra gli otto nomi presenti in Campania c’è da registrare la candidatura al Senato di Vincenzo Cuomo, sindaco di Portici appena dimessosi e presidente regionale dell’Anci. Con lui il sindaco di Dugenta Ada Renzi, e i consiglieri comunali Giovanni Barone (Sant’Anastasia) e Antonio Borriello (Napoli). Per la Camera corrono invece il vicesindaco di Cuccaro Vetere e delegato Anci per la Tutela del paesaggio, Simone Valiante, il consigliere di Pomigliano d’Arco Michele Caiazzo, l’assessore comunale di Agerola Regina Milo e il sindaco di Frigento Luigi Famiglietti.
Emilia-Romagna
In Emilia-Romagna, tra i 12 amministratori locali in corsa, la punta di diamante è senz’altro Claudio Broglia, che si è appena dimesso dalla carica di sindaco di Crevalcore ed è stato inserito in terza posizione nella lista per il Senato. Ci provano anche Sergio Lo Giudice, consigliere comunale di Bologna, in dodicesima posizione, e Giancarlo Malacarne, sindaco di Massa Fiscaglia, in posizione 17. Passando alla Camera, il primo amministratore in lista è il sindaco di Albinea Antonella Incerti, al quinto posto. Segue Enzo Lattuca, nono, consigliere comunale a Cesena. Con lui anche i consiglieri Emma Petiti (Rimini), Mara Morini (Tizzano Val Parma), Benedetto Zacchiroli (Bologna), Veronica Zanetti e Marco di Maio (entrambi a Forlì). Infine gli assessori Elisabetta Turchi (Fanano) e Raffaella Pini (Fontevivo).
Friuli Venezia-Giulia
Posizione di prestigio in Friuli Venezia-Giulia per Gianna Malisani, assessore al Comune di Udine e capolista alla Camera. In posizione sicura anche un altro assessore di Udine, Paolo Coppola, sesto in lista. Incrocia le dita Franca Quas, sindaco di Andreis e ottava alla Camera. Speranze anche per Isabella De Monte, sindaco di Pontebba e seconda in lista al Senato.
Lazio
Diciassette i candidati nel Lazio per Montecitorio e Palazzo Madama: alla Camera il consigliere comunale di Roma Umberto Marroni, candidato nel Lazio1 in nona posizione, ha l’elezione già in tasca. Con lui ci sperano il consigliere comunale di Tivoli Andrea Ferro (posizione 22) e, a seguire, il presidente del Consiglio del Comune di Palestrina, Massimiliano Dolce, i consiglieri di Palombara Sabina e Guidonia Montecelio, Loredana Bevilacqua e Alessandro De Angelis, il sindaco di Ariccia Emilio Cianfanelli, e i consiglieri municipali di Roma Stefania Giusti e Daniele Palmisano. Nel Lazio2 Alessandra Terrosi, consigliere ad Acquapendente, è settima in lista. Più giù Serenella Ranucci, consigliere a Valentano, Giuseppina Rosato (Gaeta) e il sindaco di Colle San Magno, Antonio Di Nota. Dal Consiglio comunale di Roma arriva Monica Cirinnà, candidata al Senato in nona posizione. Prima di lei, sesto, il consigliere di Latina Claudio Moscardelli. Completano la lista un altro consigliere capitolino, Maurizio Policastro, il suo omologo a Monte San Giovanni Campano Antonio Cinelli, e il sindaco di Serrone Maurizio Proietto.
Liguria
In Liguria (cinque i nomi di amministratori nelle liste) ha grosse probabilità di farcela Massimo Caleo, candidato in terza posizione per il Senato e sindaco di Sarzana in provincia di La Spezia. E’ candidato anche Marco Russo, consigliere comunale di Savona e settimo in lista. Passando alla Camera, i nomi sono quelli di Daniela Peri e Leandro Faraldi, consiglieri comunali a Sestri Levante e a Sanremo. In ottava posizione, infine, il sindaco di Bogliasco Luca Pastorino.
Lombardia
Con 42 amministratori comunali candidati alle politiche, la Lombardia ha il record di presenze all’interno delle liste del Pd. Gran parte dei candidati corre nel collegio Lombardia 2, e tra questi possono contare sull’elezione quasi certa Elena Carnevali, consigliere a Bergamo e quarta in lista, e Alfredo Bazoli, suo omologo a Brescia e in ottava posizione. Segue una lunga lista: Giovanni Sanga, consigliere di Entratico; Maria Chiara Gadda, consigliere a Fagnano Olona; Marina Berlinghieri, assessore a Pisogne; Mauro Guerra, vicesindaco di Tremezzo e responsabile Anci per i piccoli Comuni; Gian Mario Fragomeli, sindaco di Cassago Brianza; Angelo Senaldi, vicesindaco di Gallarate; Maria Carla Rocca, sindaco di Solza; Marcello Molteni, consigliere ad Albavilla; Nazario Moro, sindaco di Dumanza; Paolo Strina, sindaco di Ornago; Matteo Pari, consigliere a Pralboino; Maria Pia Tagliabue, consigliere a Cabiate; Giovanni Gandolfi, consigliere a Treviolo; Patrizia Avanzini, sindaco di Padenghe sul Garda; Roberta Mancini, assessore a Dongo; Elena Mazzucchelli, consigliere a Cardano al Campo; Adele Carla Gatti, sindaco di Airuno; Domenico Aiello, assessore ad Abbadia Lariana; Giovanni Codega, sindaco di Malgrate.
Sempre alla Camera, ma in Lombardia 1, il primo amministratore comunale appare al numero 13 della lista: Eleonora Cimbro, consigliere a Bollate. La seguono il vicesindaco di Vimercate Roberto Rampi, il sindaco di Cinisello Balsamo Daniela Gasparini, il consigliere di Pioltello Simona Malpezzi, e infine i suoi omologhi a Meda, Simona Buraschi, e a Cesano Maderno, Umberto Beggio. Chiudono l’elenco dei candidati alla Camera, gli amministratori della circoscrizione Lombardia 3: Alan Ferrari, consigliere a Giussago, ha il seggio in tasca grazie alla seconda posizione. Ci spera anche il sindaco dimissionario di Lodi e delegato Anci al Welfare, Lorenzo Guerini, forte della posizione numero cinque. A seguire Giovanna Martelli, assessore a Volta Mantovana, ottava; Paola Rusconi, sindaco di Pieve Fissiraga, nona; Alessia Manfredini, consigliere a Cremona, decima; Cristina Varesi, assessore a Broni, undicesima; Paolo Daledo, consigliere a Sannazzaro de’ Burgondi, quindicesimo.
Lo squadrone degli amministratori lombardi si completa con gli otto nomi del Senato. Le migliori posizioni spettano a Erica D’Adda, consigliere comunale di Busto Arsizio e undicesima in lista; a Maria Elisa D’Amco, consigliere a Milano e dodicesima; a Fiorenza Brioni, consigliere a Mantova e quattordicesima. Dalla ventesima posizione in giù, corrono anche Giovanna Benini, consigliere a Caino, Alberto Tosa, sindaco di Saviore dell’Adamello, Anna Maria Ogliari, sindaco di Crespiatica, Anna Maria Abbate, consigliere a Cremona, Giuseppina Stella, consigliere a Bovisio-Masciago.
Marche
Nelle Marche, per il Senato, corre una sola amministratrice: il sindaco di Gradara Franca Foronchi, in ottava posizione. Nutre maggiori speranze di elezione il consigliere di Falconara marittima Emanuele Lodolini, secondo nella lista per la Camera. Dietro di lui Irene Manzi, vicesindaco di Macerata e quinta in lista. A seguire Andrea Marinelli, assessore a Recanati, e Margherita Sorge, sua omologa a San Benedetto del Tronto.
Piemonte
Tra i 14 nomi presenti nella regione sabauda spicca quello di Enrico Borghi, sindaco di Vogogna e presidente della Commissione Montagna dell’Anci, che nel collegio Piemonte2 figura in quinta posizione, con ottime probabilità di elezione. Sempre alla Camera, la squadra di amministratori piemontesi si completa con Roberto Tricarico, consigliere comunale di Torino, Marta Giovannini, vicepresidente del consiglio comunale di Alba, Vittorio Barazzotto, consigliere a Biella, Silverio Benedetto, presidente del Consiglio comunale di Settimo Torinese, Massimo Borrelli, assessore a Bra, Stefano Lo Russo, consigliere a Torino, Elisabetta Ballurio Teit, assessore a Ivrea, Chiara Gribaudo, assessore a Borgo San Dalmazzo e Germano Marubbi, assessore a Novi Ligure. Per il Senato corrono invece con buone probabilità di elezione Elena Ferrara e Nicoletta Favero, consigliere comunali a Oleggio e Biella, rispettivamente in quinta e settima posizione. Decima e tredicesimo, infine, Magda Angela Zanoni, assessore a Pinerolo, e Federico Fornaro, sindaco di Castelletto d’Orba.
Puglia
In Puglia (nove candidati tra gli amministratori) contano sull’elezione al Senato il consigliere di Lecce Loredana Capone e il sindaco di Adelfia Vito Antonio Antonacci, quarta e quinto in lista. Più in fondo si piazzano l’assessore di Mesagne Vincenzo Montanaro, l’assessore di Bari Maria Maugeri e il consigliere di Manduria Maria Grazia Cascarano. Candidati alla Camera, invece, Antonella Vincenti (consigliere a S. Pietro Vernotico), Paolo Foresio (consigliere a Lecce) e gli assessori baresi Antonio De Caro (ex) e Giovanni Giannini.
Sardegna
Due sindaci, due donne, entrambe quasi certamente elette: sono Romina Mura (Sadali) e Giovanna Sanna (Florinas), candidate in seconda e terza posizione alla Camera in Sardegna. Sono candidati, sempre alla Camera, anche i sindaci di Villagrande Strisalli e Onani, Giuseppe Loi e Clara Michelangeli, in undicesima e diciassettesima posizione. Nell’isola per il Senato corrono invece due consiglieri comunali di Olbia: Gian Piero Scanu (sesto) e Liliana Pascucci (ottava).
Sicilia
Nessun candidato al Senato tra gli amministratori comunali del Pd in Sicilia. Sono undici, invece, gli aspiranti onorevoli. Elezione in cassaforte per Magda Culotta, sindaco di Pollina e seconda nella lista Sicilia 1. Un altro sindaco, Francesco Ribaudo (Marineo) corre in nona posizione. Quindi i consiglieri comunali: ottava in lista Teresa Piccione (Palermo), undicesima Maria Iacono (Caltabellotta), diciannovesima Angela Galvano (Agrigento). Chiudono la lista nella prima circoscrizione siciliana Rosario Filoramo (Palermo), Lorenzo Di Trapani (Partinico) ed Enrico Vella (Gela). In Sicilia2 corrono invece Tania Spitaleri, consigliere a Giarre e tredicesima in lista, Giuseppe Occhino e Giuseppe Roccuzzo, suoi omologhi a Roccafiorita e Ispica, piazzati rispettivamente in posizione 22 e 23.
Toscana
In pole per l’elezione alla Camera in Toscana (in tutto 15 aspiranti parlamentari) c’è, tra gli altri, il vicesindaco di Firenze e presidente commissione Attività produttive dell’Anci, Dario Nardella, candidato alla Camera in settima posizione. Prima di lui l’assessore di Arezzo Marco Donati (quarto) e il consigliere di Montelupo Fiorentino Luca Lotti (quinto). Sempre per un posto a Montecitorio, corrono anche il consigliere di Prato Matteo Biffoni (posizione 10 in lista), il sindaco di Vinci Diego Parrini (11), il vicesindaco di Montecatini Terme Edoardo Fanucci (22), l’assessore di Pisa Ylenia Zambito (30), il vicesindaco di Terrenuova Katia Faleppi (35) e il vicesindaco di Castelfranco di Sotto, Gabriele Toti.
Elezione quasi certa, al Senato, anche per un altro assessore fiorentino: Rosa Maria Di Giorgi, quarta in lista. Quasi tutte donne le altre candidate toscane per Palazzo Madama: il vicesindaco di Arezzo Donatella Mattesini, il presidente del consiglio di Montecatini Terme Beatrice Chelli, il sindaco di Gallicano Maria Stella Adami, il sindaco di Montelupo Fiorentino Rosanna Mori. Unico uomo, ultimo in lista, il sindaco di Stazzema, Michele Silicani.
Trentino Alto-Adige
Il Trentino Alto Adige è “rappresentato” dalla consigliera comunale di Bolzano Franca Berti, candidata alla Camera.
Umbria
Ottime chance in Umbria per il sindaco di Umbertide Giampiero Giulietti, terzo nella lista per la Camera. Corre nella stessa lista anche Joseph Flagiello, assessore a Foligno. Tutte donne le tre candidate umbre a Palazzo Madama, tra la terza e la quinta posizione: Nadia Ginetti, sindaco di Corciano; Valeria Cardinali, assessore a Perugia; Giuliana Falaschi, sindaco di Citerna.
Veneto
Ben 25 i candidati in Veneto, di cui 8 al Senato e 17 alla Camera. Per Palazzo Madama corrono il sindaco di Este Giancarlo Piva, in ottima posizione. Lo seguono il consigliere di Bregantino Laura Negri, al nono posto, e il consigliere di Belluno Claudia Bettiol, in decima posizione. Quindi il vicesindaco di Spinea Stefania Busatta, l’assessore di Padova Claudio Piron. In fondo alla lista il consigliere di Preganziol Franco Zanata, l’assessore di Martellago Pierangelo Molena e il vicesindaco di Curtarolo Fernando Zaramella
Aspirano invece allo scranno di Montecitorio la vicesindaco di Vicenza Alessandra Moretti e l’assessore di Pojana Maggiore Federico Ginato (per loro elezione certa). Se la giocano anche, nella circoscrizione Veneto 1: Vincenzo D’Arienzo e Stefano Vallani, consiglieri a Verona; Mariella Pesce, consigliere a Trebaseleghe; Nona Eveghenie, consigliere a Padova; Chiara Boaretto, assessore a Costa di Rovigo; Alessandra Albarelli, consigliere a Bosco Chiesanuova; Elisa Scremin, consigliere Fontaniva; Michele Mognato, consigliere a Venezia. In Veneto2 la favorita è Simonetta Rubinato, sindaco di Roncade e terza in lista. La segue, in sesta posizione, un’altra donna amministratrice: il sindaco di Maserada sul Piave, Floriana Casellato. Subito dopo un altro primo cittadino, Roger De Menech (Ponte nelle Alpi), mentre in ottava posizione c’è il vicesindaco di Forano, Oreste Pastorelli. Tre consiglieri, infine, in decima, diciottesima e diciannovesima posizione: Giovanni Tonella (Treviso), Jacopo Molina (Venezia) e Claudio Niero, (Ponzano veneto).

Sinistra Ecologia e Libertà candida 115 amministratori

Undici gli amministratori, tra Camera e Senato, che occupano una delle prime tre posizioni nelle liste presentate in Toscana, Umbria, Veneto, Marche, Piemonte, Abruzzo, Umbria, Veneto, Lazio e Molise.

Sono in totale 115 gli amministratori locali candidati da Sinistra, Ecologia e Libertà alle prossime elezioni politiche del 24 e 24 febbraio prossimi. La Lombardia è la regione che ne conta di più (17), seguita da Piemonte (12), Puglia e Lazio (11). Chiudono Liguria, Molise e Basilicata con un solo candidato. E’ quanto emerge dall’indagine condotta da Anci-Comunicare sulle liste del partito di Nichi Vendola che tra le sue fila schiererà 12 sindaci, 12 ‘vice’, 27 assessori comunali e 64 consiglieri comunali. Sono dunque dodici, divisi tra Calabria (6), Umbria (2), Lombardia (2), Basilicata (1) e Molise (1), i primi cittadini candidati da Sel per Camera e Senato.
Dall’indagine di Anci-Comunicare si evidenzia poi come siano nove gli amministratori che occupano una delle prime tre posizioni (sei al secondo posto e tre al terzo) nelle liste di Camera e Senato presentate in Toscana, Umbria, Veneto, Marche, Piemonte, Abruzzo, Umbria, Veneto e Lazio. Per i secondi in lista le possibilità di elezione sono dunque concrete dipenderanno però da due fattori convergenti: che Sinistra e Libertà ottenga un seggio nelle suddette regioni e che i capilista lascino il primo posto libero facendosi eleggere altrove.
Abruzzo
Candidata al secondo posto al Senato c’è Anna Suriani, assessore alla Cultura di Vasto (Ch). Alla Camera un solo candidato: il consigliere comunale di Ortona (Ch) Patrizio Marino, dodicesima posizione.
Basilicata
Antonio Placido, sindaco di Rionero in Vulture (Pz), è al secondo posto per Montecitorio dopo Nichi Vendola ed è l’unico amministratore presente nelle liste di Sel sia alla Camera che al Senato.
Calabria
Con sei sindaci in lista ha il primato a livello nazionale. Per Montecitorio presenta Rosario Rocca (7°), Di Leone Francesco (9°), Salvatore Iazzolino (10°) e Francesco Acrì (11°) rispettivamente sindaci di Benestare (Rc), Morano Calabro (Cs), Casole Bruzio (Cs) e San Pietro in Guarano (Cs). Per il Senato, invece, concorrono Totò Minniti da Fabrizia (Vv) sesto in lista e Mario Cafarro, sindaco di Cellara (Cs) in nona posizione. Altri candidati in lista sono: Giuseppe Mazzuca, consigliere comunale di Cosenza, quinto al Senato e Antonio Baglio, consigliere comunale di Polistena (Rc)
Emilia Romagna
Miglior piazzamento al Senato tra i dieci amministratori presenti lo ottiene Mara Bertoldi, consigliere comunale di Bagnolo in Piano (Re), sesta al Senato. Seguono sempre per Palazzo Madama, Mirco Reggiani vicesindaco di Colorno (Pr) e Giorgio Archetti, vicesindaco di San Lazzaro di Savena (Bo). Per la Camera miglior piazzata, sempre sesta, è Morena Minelli, vicesindaco di Pavullo nel Frignano (Mo), ottavo è Massimo Bondioli, assessore all’Ambiente di San Felice sul Panaro (Mo), decima Valentina Cuppi, consigliere a Marzabotto (Bo), tredicesimo Yuri Torre, consigliere a Casina (Re), ventiquattresima Federica Barbacini, consigliere di Noceto (Pr), trentasettesimo Davide Zambelli, consigliere di Bertinoro (Fc) e quarantunesimo Alessandro ‘Ruspa’ Niero consigliere comunale di Colorno (Pr).
Friuli Venezia-Giulia
Posizione interessante per Federico Gratton, assessore alle politiche sociali di Cervignano nel Friuli (Ud), schierato terzo alla Camera. Quinto e nono gli altri due amministratori presenti: Fabrizio Dorbolò, consigliere comunale a San Pietro al Natisone (Ud) e Giovanni Iacono sempre consigliere comunale ma a Monfalcone (Go).
Lazio
Anche nel Lazio (undici amministratori) piazzamento ottimo per Nazzareno Pilozzi, consigliere comunale di Acuto (Fr) che, nella circoscrizione Lazio2 per la Camera, figura al secondo posto (dopo Vendola). Altri sette corrono per uno scranno a Montecitorio. Nella circoscrizione Lazio1 si presentano Claudio Fiorani, assessore all’Ambiente di Albano Laziale (Rm) diciannovesimo, Alessandro Moriconi, assessore municipale nel VII municipio di Roma e Alfredo Toppi, consigliere municipale nel XV municipio della Capitale. Quattro in corsa su Lazio2: ottavo Massimiliano Troiani, vicesindaco di Scandriglia (Ri); nona Angela Mancini, vicesindaco di Isola del Liri (Fr); decimo Andrea Velardocchia, consigliere comunale di Cassino (Frù9 e tredicesima Antonietta Damizia, consigliere comunale di Serrone (Fr). Per i tre del Senato sul podio Maria Rita Manzo, consigliere comunale di Formia (Lt) terza in lista, seguita Luigi Taddei, consigliere di Castel Sant’Angelo, piazzato settimo, e dall’assessore alle Infrastrutture di Rocca Priora (Rm) Carmen Zorani, nona in lista.
Liguria
Un solo amministratore anche in questa regione, si tratta di Vitto Cani, consigliere comunale di Sarzana (Sv). Per lui dodicesima posizione.
Lombardia
I sindaci presentati alla Camera da Sel sono Ezio Stella, sindaco di Casei Gerola (Pv), quarta posizione in Lombardia3 e Riccardo Mariani, sindaco di Mandello Del Lario (Lc) nono nel collegio Lombardia 2.
Gli altri 15 amministratori presenti si dividono per quattro circoscrizioni, tre per la Camera e una per il Senato. Sono 6 in Lombardia1: Ines Quartieri, quarta, consigliere e capogruppo di Sel al comune di Milano; Virginio Bordoni, 21simo, assessore ai Lavori pubblici di Predabissi (Mi); Giulio Fossati, 24simo, consigliere comunale di Limbiate (Mi); Simona Merisi, 33sima consigliere comunale di Cassano d’Adda (Mi); Simona Rullo, 35sima, vicesindaco di San Donato Milanese (Mi) e Cristina Savino, 37sima, consigliere comunale di Bresso (Mi). In Lombardia3 ci sono, al sesto posto, Fausto Banzi, consigliere comunale di Mantova e Caterina Bersani, 13sima, assessore alle Attività produttive di Lodi Vecchio (Lo).
Al Senato i candidati provenienti dalle amministrazioni comunali sono sette. Quinta è Carla Ferrari Aggrada, consigliere comunale di Rezzato (Bs), settima Giovanna Maria Amodio, assessore all’Istruzione di Agrate Brianza (Mb), 16simo Pasquale Moffa, consigliere di Acquafredda (Bs), 17sima Valeria Bevilacqua, consigliere di Bressana Bottarone (Pv), 20simo Paolo Molteni, assessore Istruzione di Carugate (Mi), 23sima Cinzia Cattellini, consigliere di Sondrio e 36simo Luigi Negrini, assessore al Lavoro di Rho (Mi).
Marche
Due i candidati presenti. La miglior posizione la ottiene Marino Lattanzi, consigliere comunale di Monteprandone, terzo nella lista del Senato. Settimo per la Camera, invece, Luca Spadoni, consigliere comunale di San Benedetto del Tronto.
Molise
Come per la Basilicata anche in Molise Sel presenta un solo candidato, il sindaco di Monfalcone nel Sannio (Cb), Gigino D’Angelo. Anche qui però la posizione è ottima. Se scatterà il seggio e il capolista Nichi Vendola sceglierà un’altra circoscrizione di elezione, il sindaco sannita avrà gioco facile per entrare a Montecitorio.
Piemonte
Fabio Lavagna, consigliere comunale di Casale Monferrato (secondo per la Camera in Piemonte2) e il consigliere comunale di Torino, Michele Curto (terzo in Piemonte1 per la Camera) guidano i 12 amministratori presenti nelle lista di Camera e Senato.
In Piemonte1 sono in lista Carla Mattioli, quarta, assessore all’Ambiente di Avigliana (To), Marco Grimaldi, quinto, consigliere comunale di Torino e Nicoletta Cerrato, ottava consigliere a Rivalta di Torino (To). In lista su Piemonte2, due consiglieri comunali, un vicesindaco e un assessore. I primi due, Roberto Pierobon (quarto) e Marco Casellato (21simo) fanno parte rispettivamente delle amministrazioni di Biella e Morano sul Po (Al), Salvatore Di Carmelo (ottavo) è invece vicesindaco di Lu (Al) mentre Chiara Ravera (undicesima) ha la delega all’Ambiente nel comune cuneese di Avigliana.
Per Palazzo Madama la migliore posizione, quinta, la ottiene Luigi Spinelli, consigliere comunale di Borgaro Torinese (To). Dietro di lui il consigliere di Madonna del Sasso (Vb) Ezio Barbetta, nono e Giorgio Canal, undicesimo, consigliere comunale di Pinerolo (To).
Puglia
Degli otto amministratori candidati per la Camera dei Deputati, il miglior piazzamento lo ottiene il consigliere comunale di Statte (Ta), Daniele Andrisani, dodicesimo.
Gli altri amministratori comunali sono: Mauro Liuzzi (16simo), consigliere di Grottaglie (Ta), Lucia Viafora (17sima), assessore Politiche sociali di Taranto, Alessia Carozza (19sima), assessore al Lavoro di Minervino Murge (Ba), Maurizio Baccaro (20simo), consigliere di Massafra (Ta), Alessandro Ruggeri (24simo), assessore Plitiche giovanili di Salice Salentino (Le), Fabio Losito (26simo) assessore Politiche educative di Bari, Leonardo De Santis (42simo), consigliere comunale di Foggia.
Cinque in lizza anche per Palazzo Madama. La migliore in lista è Titti Castaldi (nona), consigliere comunale di Gallipoli. Seguono tre consiglieri comunali, Rosaria Petracca, undicesima, di Avetrana (Ta), Mimmo Santorsola (dodicesimo) di Trani e Antonella Capone (treedicesima) consigliere di Novoli (Lr). Chiude al quattordicesimo posto Cosimo Muscogiuri, quattordicesimo, assessore ai Lavori pubblici di San Pancrazio salentino (Br).
Sardegna
Sei gli amministratori sardi, quattro alla Camera e due al Senato. Partendo dai candidati per Montecitorio, Sergio Scavio, consigliere comunale a Sassari è il quinto in lista. Sesta Susanna Orrù, assessore all’Immigrazione di Cagliari. Più indietro, ottava, un altro consigliere di Cagliari, Francesca Ghirra e il vicesindaco di Capoterra (Ca), Carla Melis piazzata decima.
Per il Senato buon piazzamento per Angelo Cossu, assessore all’Arredo urbano di Tempio Pausania (Ot). Più indietro il consigliere comunale di Donori (Ca), Ubaldo Atzori ottavo in lista.
Sicilia
Si candidano tutti per la Camera e nella circoscrizione Sicilia1 i quattro amministratori comunali siculi. Posizioni non favorevolissime per tutti: undicesimo Giuseppe Pipia, consigliere di Villafranca Sicula (Ag), tredicesimo Rosolino Grisanti, consigliere di Aliminusa (Pa), sedicesimo Giuseppe Renda, consigliere di Vita (Tp) e diciassettesima Salvatrice Alberti, assessore al Bilancio di Isnello (Pa).
Toscana
La pattuglia toscana conta 10 amministratori comunali, uno solo il posto di vertice e va al vicesindaco di Massa, Martina Nardi, seconda alla Camera. Degli altri nove, sei si presentano alla Camera e tre al Senato. Per Montecitorio corrono Gabriele Berni, consigliere di Monteroni d’Arbia (Si), in quarta posizione. Ottava Eva Bonini, vicesindaco di Magliano in Toscana (Gr) mentre undicesimo è Lamberto Giannini, consigliere comunale di Livorno. Dodicesimo e ventisettesimo sono rispettivamente i consiglieri comunali di Santa Croce sull’Arno (Pi) Elisa Bertelli e Sandro Modafferi, amministratore a Pisa. Chiude l’elenco della Camera Annalisa Giovani, trentesima, assessore all’Istruzione a Castelnuovo Berardenga (Si).
Per Palazzo Madama il miglior piazzamento va a Cristina Citerni, consigliere comunale di Grosseto, seguono Stefania Franci, assessore a Torrita di Siena e Carlo Scaramuzzino, consigliere comunale a Pisa.
Trentino Alto-Adige
Solo due gli amministratori comunali: Marco Benvenuti, vicesindaco di Tasullo (Tn), nono per la Camera dove si candida, al decimo posto, Angelina Pisoni, consigliere comunale di Lasino (Tn).
Umbria
Due sindaci e tre assessori in lista. Discreto il piazzamento di Paolo Pacifici, sindaco di Campello sul Clitunno (Pg) 3° alla Camera, meno buono quello di Valentino Rocchigiani, primo cittadino di Alleroni (Tr) sesto al Senato. Molto ben posizionata invece Elisabetta Piccolotti, assessore alla Cultura di Foligno, seconda dietro solo a Nichi Vendola. Chiusono Simone Guerra (quinto), assessore alla Cultura di Terni e Maria Teresa Di Lernia (settima), assessore Politiche sociali di Amelia (Tr).
Veneto
Alessandro Zan, assessore al Lavoro di Padova e secondo in Veneto1 per un posto a Montecitorio, guida i cinque amministratori Veneti. Dopo Zan, buona anche la posizione, sempre per la Camera, di Rita Zanutel, vicesindaco di San Stino di Livenza (Ve) che si presenta, terza, nella circoscrizione Veneto2. Nella stessa circoscrizione altri due consiglieri comunali ma in posizioni più arretrate: dodicesimo Andrea Campagnaro, consigliere di Ponte di Piave (Tv), diciannovesimo Arcangelo Varlese, consigliere di Marcon (Ve). Unico candidato per Palazzo Madama è Vittorio Alberti, consigliere comunale di Quero (Bl) e dodicesimo in lista.

DETTAGLIO PER COALIZIONE: IL CENTRO-DESTRA

281 amministratori comunali per il Popolo delle Libertà, tra loro 84 primi cittadini

La fotografia di Anci Comunicare sulle liste Pdl. La maggior parte dei sindaci arriva da Lombardia (16), Piemonte (13), Puglia (12) e Veneto (11), in 73 amministrano Comuni con meno di 15 mila abitanti. Solo 19 i sindaci donna, nessun candidato con ‘fascia tricolore’ in Umbria, Trentino Alto Adige e Molise.

Sono 281, 80 in corsa per il Senato e 201 per la Camera, i sindaci, assessori o consiglieri comunali candidati dal Pdl alle elezioni politiche del 24 e 25 febbraio. E’ quanto emerge da uno studio realizzato da Anci-Comunicare sui dati forniti dall’ufficio elettorale del Popolo delle libertà. La Regione con il maggior numero di amministratori comunali che tenta di entrare in Parlamento è la Lombardia (47), seguita da Veneto (34), Piemonte (26), Emilia – Romagna (24), Puglia e Toscana (23). Mentre in Molise (1), Friuli Venezia Giulia (2) e Sardegna (4) amministratori comunali sono in corsa solo per la Camera.
I primi cittadini inseriti nelle liste sono complessivamente 84 (57 alla Camera e 27 al Senato) e provengono in 73 casi da Comuni con meno di 15mila abitanti, in 11 da centri con più di 15mila abitanti. La maggior parte dei sindaci è candidata nelle circoscrizioni elettorali di Lombardia (16), Piemonte (13), Puglia (12) e Veneto (11). A seguire la Campania e l’Emilia-Romagna, rispettivamente con 5 e 4 candidati. Soltanto un sindaco ‘a testa’ per Friuli Venezia Giulia, Sardegna e Liguria; nessun candidato con ‘fascia tricolore’ in Umbria, Trentino Alto Adige e Molise.
Abbastanza scarsa la rappresentanza femminile di sindaci: solo 19 candidati su 84. La Regione più attenta alle ‘quote rose’ è il Piemonte con 7 candidati, seguita da Puglia, Lombardia, Veneto e Basilicata con due. In quest’ultima Regione due candidati/sindaci su tre sono donne.
La pattuglia di consiglieri comunali in ‘pista’ per essere eletti al Parlamento è composta da 166 consiglieri comunali, la maggior parte (122) è in corsa per diventare deputato. Gli assessori comunali candidati sono in tutto 25 – 18 per la Camera e 7 per il Senato – , 6 i vice sindaci.
Ecco nel dettaglio una sintesi Regione per Regione riferita ad entrambe i rami del Parlamento.
Abruzzo
Nel complesso gli amministratori comunali in corsa sono 12, con 9 consiglieri comunali. Certa l’elezione per il sindaco di Celano (Aq), Filippo Piccone, capolista per la Camera, più indietro il suo collega di San Buono (Ch) Denisso Cupaiolo (12° posto); mentre il sindaco di Pennadomo (Ch), Antonietta Passalacqua, corre al 6° posto per il Senato.
Basilicata
Tra i cinque candidati in corsa per il Parlamento ci sono due donne sindaco: Valeria Russillo di Picerno (Pz) al 4° posto per la Camera; e Rossella Quinto di Acerenza (Pz) che corre in 7/a posizione per il Senato. Con loro anche il sindaco di Pomarico (Mt), Giuseppe Casolaro 5° in graduatoria per il Senato.
Calabria
Cinque amministratori comunali in lista. Tra essi il sindaco di San Giovanni in Fiore (Cs), Antonio Barile, (10° per Palazzo Madama) più volte vittima di intimidazioni; ed i suoi colleghi di Paola (Cs), Basilio Ferrari, e di Davoli (Cz), Antonio Corasaniti, rispettivamente in 16/a e 19/a posizione per la Camera.
Campania
Undici gli ‘amministratori’ candidati: cinque sindaci e consiglieri ed un assessore comunale. Al Senato in 14/a posizione Giuseppe Compagnone, sindaco ‘catapultato’ dal comune catanese di Grammichele; con lui (19°) il sindaco di Terzigno (Na), Domenico Auricchio. Nel collegio Campania 2 in corsa per Montecitorio tre sindaci casertani: Angelo Di Costanzo (Alvignano – 13°), Antonio Cerreto (Maddaloni – 15°) e Pasqualino Emerito (Cancello e Arnone – 19°).
Emilia-Romagna
In corsa per il Parlamento ben 19 amministratori comunali sui 24 totali, tra di loro solo quattro sindaci: Fabio Callori di Caorso (Pc), presidente della Consulta Anci dei Comuni sedi di servitù nucleari – 7/a posizione per il Senato; Fabrizio Toselli di Sant’Agostino, uno dei centri del ferrarese più colpiti dal sisma dello scorso anno (9° per la Camera), seguito da Rosaria Tassinari di Rocca San Casciano (Fc) in 11/a posizione, e dal suo collega Jonathan Papamarenghi, di Lugagnano Val d’Arda (Pc) al 13°posto.
Friuli Venezia Giulia
Un solo sindaco tra i due candidati entrambe in corsa per Montecitorio: Stefano Balloch, primo cittadino di Cividale del Friuli (Ud).
Lazio
Solo tre i sindaci sui 19 amministratori in corsa: Marco De Carolis di Montecompatri (Rm), in 19/a posizione al Senato; con lui candidati alla Camera (Lazio 2) i primi cittadini di Vetralla (Vt), Sandrino Aquilani, (10°) e di Borgorose (Ri), Michele Pasquale Nicolai, (15°). In gara anche due vice sindaci: Paolo Equitani di Bolsena (Vt) – 17° per il Senato; e Giovanni Colanera, di Rocca Santo Stefano (Rm), al 9° posto nel collegio Lazio 2 per la Camera.
Liguria
Sette gli ‘amministratori’ candidati, con un solo sindaco: Luigi Castagnola di Sori (Ge), in 10/a posizione per la Camera. Completano il quadro cinque consiglieri comunali ed il vicesindaco di Diano Marina (Im), Cristiano Za Garibaldi, 15° per la Camera.
Lombardia
Su 47 candidati ‘comunali’ sono 15 i sindaci inseriti nelle liste. Al Senato sono in quattro: Mario Mantovani di Arconate (Mi), coordinatore regionale del Partito, quasi certo di ‘farcela’ con il 5° posto in lizza; Vittorio Barella di San Martino Siccomario (Pv) al 32°; Graziano Musella di Assago (Mi) al 39°; ed Alberto Mazzoleni di Taleggio (Bg) al 48°. Undici i primi cittadini in corsa per la Camera nel collegio Lombardia 1: Marco Flavio Cirillo di Basiglio (Mi) – 9/a posizione; Vito Bellomo di Melegnano (Mi) – 14°; Fabio Quadri di Cornate d’Adda (Mb) – 20°; Osvaldo Chiaramonte di Bernate Ticino (Mi) – 22°; Gianluigi Panigada di San Colombano al Lambro (Mi) – 23°. Nel collegio Lombardia 2 corrono invece, i primi cittadini di: Cernobbio (Co), Simona Saladini al 15°; Alserio (Co), Flavio Venturi al 22°; Maclovio (Bs), Marcello Orizio al 24°; Lurate Caccivio (Co), Rocco Palamara al 23°; Sant’Omobomo Terme (Bg), Paolo Dolci al 27°, seguito da Marika Legati di Calcinate (Bs) al 28°.
Marche
Tra i 14 candidati in corsa per il Parlamento ci sono soltanto tre sindaci: al Senato è quasi certo dell’elezione Remigio Ceroni di Rapagnano (Fm) al 2° posto, mentre il suo collega Giorgio Mochi di Piobbico (Pu) è in 8/a posizione. Alla Camera si candida Francesca Claretti di Montottone (Fm) inserita al 15° posto.
Molise
Un solo candidato per la Camera: Salvatore Colagiovanni capogruppo al consiglio comunale di Campobasso.
Piemonte
La metà dei 26 candidati ‘comunali’ sono sindaci. Al Senato corrono Daniela Ruffino, sindaco di Giaveno (To) e delegata Anci all’Istruzione (6/a posizione); Francesco Graglia di Cervere (Cn) – 10°; Carla Biscuola di Gozzano (No) – 13°; Marzia Vincenzi di Vicolungo (No) – 15° e Magda Verazzi di Pignone (Vco) – 16°. Alla Camera nel collegio Piemonte 1 in lista Osvaldo Napoli, sindaco di Valgioie, già presidente pro tempore di Anci nazionale in 6/a posizione, e dietro di lui alla 14/a Agostino Bottano di Villafranca Piemonte (To). Nel collegio Piemonte 2 figurano i sindaci di: Ronsecco (Vc), Davide Gilardino, al 9°posto; Venasca (Cn), Silvano Dovetta, al 15°; Asigliano Vercellese (Vc), Carolina Ferraris, al 17°; Angola d’Ossola (Vco), Margherita Peretti, al 20°; Oleggio (No), Massimo Marcassa, al 21°; e Baldissero d’Alba (Cn), Cinzia Gotta al 22°. Tenta di entrare a Montecitorio Roberto Pella, assessore a Biella e delegato Anci allo Sport: è in 12/a posizione nel collegio Piemonte 2.
Puglia
Su 23 candidati figurano 12 sindaci. Al Senato sono in corsa Vittorio Zizza di Carovigno (Br) e Pietro Liuzzi di Noci (Ba), rispettivamente al 9° e 11° posto. Più folta la pattuglia di primi cittadini per Montecitorio: Ersilia Nobile di Vieste (Fg), Giovanni Gugliotti di Castellaneta (Ta), Tommaso Scatigna di Locorotondo (Ba) ed Alberto Chimienti di Mareggio (Ta), rispettivamente in 13/a, 14/a; 16/a e 17/a posizione. A seguire i primi cittadini di: San Giovanni Rotondo (Fg), Luigi Pompilio, – 18° posto; Serracapriola (Fg), Marco Camporeale, 19° e Giurdignano (Le), Donato Fanciullo al 22°. Completano il quadro Stefano Occhiogrosso, sindaco di Bitetto (Ba) e membro dell’ufficio di presidenza di Anci nazionale, al 26° posto; ed i sindaci di due centri leccesi: Ezio Conte di San Donato di Lecce (30°) e Sonia Mariano di Bagnolo del Salento (33°).
Sardegna
Un solo sindaco in corsa tra i quattro candidati in corsa per Montecitorio: è Roberto Marino Marceddu, primo cittadino di Gairo (Ogliastra), 9° in lista.
Sicilia
Tra i 12 candidati che aspirano ad entrare in Parlamento ci sono tre sindaci: al Senato, Bruno Mancuso di Sant’Agata di Militello (Me), in 10/a posizione; alla Camera, Alfio Papale di Belpasso (Ct) e Giuseppe Aquino di Patti (Me), rispettivamente in 7/a e 12/a posizione nel collegio Sicilia 2.
Toscana
Gli amministratori comunali in corsa sono 23, con 20 consiglieri comunali. Soltanto due i sindaci, entrambe candidati alla Camera: Michele Giannini di Vergemoli (Lu) e Anna Bulgaresi di Manciana (Li), rispettivamente al 14° e 15° posto in lista. In corsa anche l’assessore comunale di Prato Filippo Bernocchi, delegato Anci alle Politiche energetiche e ai Rifiuti: è in 10/a posizione.
Trentino Alto Adige
Nessun sindaco tra i cinque candidati in Parlamento: sono in corsa solo consiglieri comunali, tra questi i capigruppo nei Comuni di Bolzano, Mario Tagnin, per il Senato; e di Trento, Nicola Giuliano, al 4° posto per la Camera.
Umbria
Non ci sono sindaci tra i sette candidati ‘comunali’ provenienti dalla Regione. I sei consiglieri in lizza si dividono equamente tra Senato e Camera, mentre l’assessore comunale di Orvieto Roberta Tardani è al 4° posto per Montecitorio.
Veneto
Su 34 candidati ‘comunali’ sono 11 i sindaci inseriti nelle liste. Al Senato sono in cinque: Giovanni Piccoli di Sedico (Bl) al 9° posto; Bartolomeo Amidei di Loreo (Ro) – 11°; Edoardo Pallaro di Montecchia di Crosara (Vr) – 16°; più indietro in graduatoria i primi cittadini di Romano di Ezzelino (Vi), Rossella Olivo, e di Lendinara (Ro), Alessandro Ferlin, rispettivamente al 20° e 22° posto. Cinque i primi cittadini in corsa per la Camera nel collegio Veneto 1: i ‘veronesi’ Paolo Marconcini di Cerea e Daniela Contri di Vigasio, al 7° e 9° posto; più indietro Giovanni Battista Bazzani di Sorgà e Stefano Sandri di Caprino Veronese, in 15/a e 18/a posizione. In coda lista (30°) il sindaco padovano di Casale di Scodosia, Renato Modenese. Un solo primo cittadino nel collegio Veneto 2: il veneziano Giovanni Battista Mestriner di Scorzè in 7/a posizione.

La Lega Nord candida in 10 Regioni 204 amministratori comunali, tra loro 33 sindaci

I primi cittadini arrivano dal nord: Veneto (12), Piemonte (17) e Lombardia (11), Liguria (1) con l’eccezione delle Marche che presenta 1 candidato con fascia tricolore. Solo 5 le donne sindaco.

Sono 204, 55 in corsa per il Senato e 149 per la Camera, i sindaci, assessori o consiglieri comunali candidati dalla Lega Nord alle elezioni politiche del 24 e 25 febbraio. E’ quanto emerge da uno studio realizzato da Anci-Comunicare sui dati forniti dall’ufficio elettorale della Lega Nord.
La Regione con il maggior numero di amministratori comunali che tenta di entrare in Parlamento è la Lombardia (70), seguita da Veneto (44), Piemonte (26), Emilia – Romagna (23), Toscana (10), Friuli Venezia Giulia (9), Liguria (8), Trentino (7), Marche (4) e Umbria (3). Trentino e Umbria concorrono solo per la Camera.
I primi cittadini presenti nelle liste sono complessivamente 33 (26 alla Camera e 7 al Senato) e provengono in 20 casi da comuni con meno di 5.000 abitanti, in 7 casi da comuni tra i 5.000 e 10.000 abitanti, in 4 casi da comuni con meno di 15.000 e in 2 da centri con più di 15.000 abitanti.
La maggior parte dei sindaci è candidata nelle circoscrizioni elettorali di Veneto (12), Lombardia (11) e Piemonte (7).
A seguire la Liguria e le Marche che candidano alla Camera rispettivamente con 2 e 1 primi cittadini; mentre nessuna presenza di sindaci in Trentino Alto Adige, Umbria, Friuli Venezia Giulia, Toscana ed Emilia-Romagna.
Decisamente scarsa la rappresentanza femminile di sindaci: solo 5 candidati su 33: Veneto (4) e Lombardia (1) e in entrambi i casi concorrono per diventare onorevoli.
In generale, le ‘quote rosa’ sono maggiormente rappresentate al nord con punte significative in Friuli Venezia Giulia 55% sul totale degli amministratori presenti nelle liste, Marche 50% e Veneto 43,18%.
I consiglieri comunali in lista per essere eletti al Parlamento sono 128, la maggior parte in corsa per la Camera dei deputati (95). Gli assessori comunali candidati sono in tutto 26, 19 per la Camera e 7 per il Senato, 17 i vice sindaci.
Nel dettaglio una sintesi Regioni per Regione riferita ad entrambe i rami del Parlamento.
Emilia-Romagna – Dei 23 amministratori candidati, un solo vicesindaco donna, Daniela Pedretti comune Lugagnano Val d’Arda, piccolo comune dell’appennino piacentino che è in lista per la Camera al 39° posto.
Friuli Venezia Giulia – Tra i nove candidati in corsa per il Parlamento c’è un solo vicesindaco e consigliere comunale di Pasiano di Pordenone, Enzo Dal Bianco (4° posto per la Camera).
Liguria – Nel complesso gli amministratori comunali in corsa sono 8, con 6 consiglieri comunali. I due sindaci presenti nella lista per Montecitorio sono Stefano Mai, primo cittadino di Zuccarello (Sv), antico borgo medioevale di 334 abitanti (8° posto) e il sindaco di San Bartolomeo al mare (Im), Adriano Ragni (9°).
Lombardia – Sette sindaci distribuiti nei collegi di Lombardia 1 e Lombardia 2 su un totale di 49 ‘comunali’. Claudio D’Amico, sindaco comune Cassina de’ Pecchi (Mi) è in 7/a posizione in Lombardia 1, mentre
Matteo Bianchi, sindaco di comune Morazzone (Va) e Giovanni Zambelli, sindaco comune Vestone (Bs) sono in corsa in Lombardia 2 rispettivamente all’8° e 10° posizione. Unica donna, Claudia Lingeri, sindaco di Mezzegra (Co) è alla 15/a posizione per la Camera.
A Palazzo Madama, sono tre i primi cittadini: Danilo Oscar Lancini, sindaco di Adro (Bs) che corre in 13/a posizione; Sandro Mazzatorta, sindaco di Chiari (Bs) in 17/a posizione e Leonardo Tarantino, sindaco di Samarate (Va) al 25° posto.
Marche – Tra i 4 candidati al Parlamento ci sono 2 donne, entrambe consigliere comunali, un assessore e un sindaco, Giorgio Cancellieri primo cittadino di Fermignano (Pu), al 2° per la Camera dei deputati.
Piemonte – Sono 26 gli ‘amministratori’ in corsa per il Parlamento, tra questi 7 sono sindaci. Il sindaco di Sestriere (To), Walter Marin è l’unico sindaco che corre per Montecitorio nel collegio Piemonte 1; mentre nella lista Piemonte 2 sono presenti il sindaco di Gattinara (Vc), Daniele Baglione e il sindaco di Grignasco (No), Roberto Beatrice, rispettivamente all’8° posto e al 9° posto. Alla 10/a posizione, il sindaco di Santo Stefano Belbo (Cn), Luigi Genesio Icardi, a cui seguono Alessio Lorenzi, sindaco di Loazzolo in provincia di Asti (13° posto) e il vercellese Alessandro Montella, sindaco di Arborio (16° posto). Per Palazzo Madama, in 15/a posizione Riccardo Vallino, sindaco di Fontanetto Po (Vc).
Toscana – Dieci gli amministratori in lista. Sei consiglieri comunali e un assessore in corsa per la Camera, mentre tre consiglieri sono in lista per il Senato.
Trentino Alto Adige – Nessun amministratore comunale candidato a Palazzo Madama; mentre alla Camera sono in corsa 7 consiglieri comunali.
Umbria – Due consiglieri comunali e un assessore in lista per la Camera, mentre nessun amministratore è presente nella lista per il Senato.
Veneto – Dieci sindaci sui trentadue amministratori comunali in lista per la Camera, quattro le donne, di cui tre nel collegio Veneto 1: Giovanna Negro, sindaco di San Bonifacio (Vr) al 4° posto, seguita da Marisa Gonella, sindaco di  Campiglia dei Berici (Vi) al 19°, Elisa Berti, sindaco di  Isola Rizza (Vr) alla 29°/ posizione; mentre Angela Colmellere, sindaco comune Miane (Tv), corre al 15/a posizione nel collegio Veneto 2.
Con loro sempre per Montecitorio il sindaco di Grancona (Vi), Antonio Mondardo 7° in graduatoria nella lista Veneto 1, seguito in 10/a posizione da  Roberto Turri, sindaco di Roncà (Vr), Alessandro Montagnoli di Oppeano (Vr) al 16° posto e Paolo Tonin di Campo San Martino (Pd) al 21°. Capolista nel collegio Veneto 2 il sindaco di Cornuda (Tv) Marco Marcolin  a cui segue in 13/a posizione il sindaco di Gorgo del Monticano (Tv), Firmino Vettori.
Al Senato, solo due sindaci sui dodici amministratori candidati: Franco Zorzo, sindaco di Tombolo (Pd) in 7/a posizione e Gianpaolo Vallardi, sindaco di Chiarano (Tv) in 12/a posizione.

Fratelli d’Italia secondo solo al Pdl: tra i candidati 216 amministratori comunali

Con 24 sindaci, 17 vicesindaci, 28 assessori e 147 consiglieri, Fratelli d’Italia è secondo solo al Pdl tra i partiti che più di tutti hanno candidato amministratori dei Comuni

In tutto 24 sindaci, 17 vicesindaci, 28 assessori e 147 consiglieri. Con 216 amministratori comunali candidati alle prossime elezioni politiche, Fratelli d’Italia è secondo solo al Pdl tra i partiti che più di tutti hanno voluto candidare amministratori dei Comuni alle prossime elezioni politiche.
Il movimento fondato da Giorgia Meloni e Guido Crosetto potrà contare sull’apporto di sindaci, assessori e consiglieri in quasi tutte le regioni, soprattutto al Nord e nel Lazio.
Abruzzo
Otto gli amministratori candidati in Abruzzo, equamente divisi tra Camera e Senato. In corsa per Montecitorio il consigliere di Vasto Etelwardo Sigismondi, in terza posizione; il consigliere di Pacento Rita Di Nello, sesta; il vicesindaco di Silvi Marina Enrico Marini, ottavo; il consigliere di Giulianova Roberto Ciccocelli, nono. Aspirano a Palazzo Madama, invece, Emiliano di Matteo, secondo il lista e consigliere ad Ancarano; il suo omologo a Lanciano, quarta in lista, Graziella Di Campli; il vicesindaco di Villa Sant’Angelo Caterina Melonio, quinta; il sindaco di Fara San Martino Giuseppe Di Rocco, settimo.
Basilicata
In Basilicata i nomi sono tre: i consiglieri di Matera e Nova Siri, Adriano Pedicini e Giuseppe d’Armento, corrono per la Camera in seconda e terza posizione. Al Senato Antonio Rendina, consigliere a Savoia di Lucania e sesto in lista.
Campania
Solo un sindaco tra i candidati FdI nella regione del sud con la più alta concentrazione di amministratori comunali nelle liste, la Campania: Amelia Viterale, sindaco di Alfano e in posizione 28 al Senato. Con lei, tra Camera e Senato, altri 25 amministratori. Corrono per Montecitorio, nella circoscrizione Campania 1, l’assessore di Capri Sandro Coppola (in quindicesima posizione) e i consiglieri di Napoli, Marco Nonno (settimo), di Ercolano Gennaro Miranda (nono) e di Villaricca Tobia Tirozzi (undicesimo). Più folta la squadra di amministratori in Campania 2: favorito Roberto Celano, consigliere a Salerno in posizione numero sette. Nono Giuseppe Rinaldi, vicesindaco di Montesano sulla Marcellana; decimo Giuseppe Guida, assessore a Positano. A seguire il vicesindaco di Vallo della Lucania, Marcello Ametrano, l’assessore di Mercato San Severino, Assunta Alfano, il consigliere di Roccadaspide, Vito Brenca, l’assessore di Bucciano, Carlo Iuliucci, il consigliere di Eboli, Lazzaro Lenza. Oltre la ventesima posizione, infine, l’assessore di Celle di Bulgheria, Gennaro Perazzo, e i consiglieri Salvatore Riccardi (Villa Literno), Enrico Sirica (Sarno), Pietro Damiano Stasi (Salerno), Gerarda Torino (Roccapiemonte). Al Senato, infine, oltre alla già citata Viterale, corrono due vicesindaci: Francesco Cembalo (Altavilla Silentina) e Luisa Maiuri (Castellabate), rispettivamente in posizione 17 e 23. Buone chance per il consigliere di Napoli Vincenzo Moretto, forte della quarta posizione. Lo seguono altri consiglieri: Francesco Carlea (Giugliano), Lorenzo Esposito (Castellammare di Stabia), Enrico Cella (consigliere municipale a Napoli), Giovanni del Prete (Casoria), Giovanni Mazza (Albanella).
Emilia-Romagna
Ventitré amministratori nelle liste dell’Emilia-Romagna, terza regione del Nord con la maggiore presenza di amministratori di FdI. Tre consiglieri nelle prime 4 posizioni di lista per la Camera: Tommaso Foti da Piacenza, Gioenzo Renzi da Rimini, Michele Barcaiuolo da Modena. Sesto e nono i sindaci di Corniglio e Morfasso, Massimo De Matteis ed Enrico Croci. Tra la decima e la ventesima posizione il consigliere di Sassuolo Francesca Buffagni, l’assessore di Monzuno Ermanno Manlio Pavesi, il consigliere di Piacenza Erika Opizzi, il consigliere di Medolla Elisabetta Aldrovandi, il consigliere di Sant’Arcangelo di Romagna Daniele Apolloni, l’assessore di Castel San Giovanni Massimo Bollati, e il consigliere di San Giovanni in Marignano Luciano Bordoni. Posizioni più defilate per l’assessore di Borgonovo Val Tidone Paolo Tiribinto, e per i consiglieri Bruna Cirelli (Copparo), Raoul Marega (Bondeno), Simone Mazza (Bettola), Bruno Sartori (Carpaneto piacentino), Willy Umberti (Campogalliano) e Dario Venturelli (Sassuolo). Per il Senato è quarto il consigliere di Mercato Saraceno Rotilio Biserna. Settimo e ottavo i suoi omologhi Alberto Bizzocchi (Canossa) e Paolo Baratta (Corniglio). Infine, in posizione 14, la consigliera di Mirandola Giulia Bellodi.
Friuli Venezia-Giulia
In Friuli Venezia-Giulia FdI schiera 4 amministratori. Il consigliere di Venezia Stefano Zecchi è secondo al Senato. Più frastagliata la situazione dei candidati alla Camera, con il consigliere di Muggia Daniele Mosetti in quarta posizione. E’ nona la vicesindaco di Cordovado, Lucia Brunettin. Decima infine Ilia Franzin, consigliere a Maniago.
Lazio
Foltissima rappresentanza di amministratori comunali di FdI nel Lazio. Nessun sindaco nella circoscrizione Lazio1 per la Camera, ma hanno buone ragioni di sperare in uno scranno a Montecitorio Marco Silvestroni e Federico Mollicone, consiglieri ad Albano laziale e a Roma. Oltre la decima posizione gli assessori di Guidonia, Fontenuova e Tivoli, Domenico Zulli, Maurizio Guccini e Alessia Valeri. Con loro i consiglieri Marco Innocenzi (Tivoli), Letizia Girardi (Palombara), Monica Picca, Giuliano Fulvio, Giovanni Ottaviano, Giuseppe Calendino ed Emiliano Bono (consiglieri municipali a Roma), Angela Mattoni (Ciciliano), Gianluca Chialastri (Cave), Luisa Piacentini (Morano Equo), Rocco Fabio Papalia (Genzano). In pole per l’elezione nel Lazio2 il consigliere di Latina Pasquale Maietta (terzo in lista) e il vicesindaco di Frosinone Fulvio De Santis (quarto). In posizione numero 5 il consigliere di Viterbo Giuseppe Talucci Peruzzi, seguito dal sindaco di Leonessa Paolo Trancassini. Fabio Fiorillo, consigliere a Cassino e presidente di Anci Lazio, è ottavo. Decimo e dodicesimo il sindaco  di Fara Sabina, Davide Basilicata, e il vicesindaco di Soriano nel Cimino, Alessandro Troili. Sette, invece, gli aspiranti Senatori: il consigliere di Civitavecchia Giovanni Moscherini (posizione 4); il sindaco di San Giorgio a Liri Modesto della Rosa (7); il consigliere di Fara Sabina Paola Trambusti (10); il vicesindaco di Viterbo Luigi Maria Buzzi (13); il sindaco di Montorio romano Domenico Di Bartolomeo (15); il consigliere di Genzano Arnaldo Melaranci (17); il consigliere di Tivoli Antonio Pagliaro (26).
Liguria
Scendono a 5 gli amministratori di FdI candidati in Liguria. Per la Camera, il consigliere di Savona Alessandro Parino è in terza posizione. Sesta Nadia Anselmo, consigliere a Levanto. Infine, in posizione numero 15, il consigliere di Vezzi Alberto De Simone. Per il Senato corrono invece Augusto Santori, secondo in lista e assessore a Margherita ligure, e Alessandro Rosson, quarto, consigliere a Bonassola.
Lombardia
La Lombardia, complice anche l’estensione demografica, detiene il primato con 41 amministratori comunali. I favoriti assoluti sono il sindaco di Carate Brianza, Marco Pipino, in sesta posizione in Lombardia1 e il consigliere di Milano Riccardo De Corato, terzo al Senato. Per la Camera, e sempre in Lombardia1, corrono anche due assessori di Bareggio (Comune commissariato), Roberto Lonati e Alessandro Petillo, in posizione 9 e 10. Seguono Luca Procacccini, consigliere di Basiglio, Marco Mastrandrea, consigliere di Seveso, Maira Cacucci, Matteo Figini e Ariela Vismara, assessori a Rescaldina, Varedo e Bovisio Masciago. Passando alla circoscrizione Lombardia 2, il primo amministratore è in sesta posizione: Diego Invernici, consigliere a Pisogne. Dopo di lui i sindaci di Veleso e Torre de’ Busi, Daniele Galimberti ed Eleonora Ninkovic. A seguire Angiola Giudici, Monica Mussetti, Giacomo Zamperini e Marco Rambaldini, consiglieri rispettivamente a Ospitaletto, Sabbio Chiese, Lecco e Roncadelle. Sempre in Lombardia2 c’è spazio anche per il vicesindaco di Crandola Valsassina, Gianpiero Conti, per il sindaco di Odolo Fausto Cassetti, e per Fausto Belluati e Adriano Filippa, consiglieri di Verolavecchia e Prevalle. In Lombardia 3, la favorita tra gli amministratori è la consigliera di Corte Palasio Nancy Capezzera, in quarta posizione. Sesto il sindaco di Valle Lomellina, Pier Roberto Carabelli. Dalla nona posizione in poi, invece, Emanuele Arensi, consigliere a Cornegliano Laudense, Ettore Gerosa, consigliere a Mortara, Roberto Gozzi, vicesindaco di San Benedetto Po, Raffaella Roncaia, consigliere a Castelbelforte.
Foltissima anche la pattuglia di aspiranti senatori: oltre al già citato De Corato, corrono in buone posizioni gli assessori di Brescia, Pavia e Borgoforte: Mario Labolani (9), Marco Galandra (11), Gianfranco Allegretti (12). Con loro Giampietro Maffoni, consigliere a Orzinuovi, Giuliano Verdi, sindaco a Cavernago, Graziella Venturi, consigliere a Travagliato, Giancarlo Ripamonti, consigliere a Lacchiarella, Monica Luraschi, sindaco di Grandate. E ancora: Sergio Voglini, consigliere a Rezzato, Nicola Buonsante, sindaco di Borgo San Giovanni, Vito Carlo Rella, consigliere a Calolzio Corte, Angelo Salgaro, assessore a Paderno dugnano, Giuliano Cerrano, sindaco di Carlazzo, Salvatore Stellato, consigliere di Trezzano sul Naviglio, Rinaldo Mario Redaelli, vicesindaco di Lurago d’Erba.
Marche
Nelle Marche Iuliano Salvator, consigliere a Macerata, corre in posizione numero tre nella lista per il Senato. Alla Camera, invece, il consigliere di Fano Francesco Cavalieri (quarto), il vicesindaco di Filottrano Ivana Ballante (quinta), il consigliere di Ascoli Piceno Marco Cappelli (nono) e il consigliere di Camerano Lorenzo Rabini (posizione 14).
Molise
Il Molise schiera una sola amministratrice comunale, Maria Scardocchia, assessore a Guglionesi e candidata in seconda posizione al Senato.
Piemonte
Con i suoi 26 amministratori comunali candidati alle politiche, il Piemonte è l’altra regione forte di FdI al Nord. Nella circoscrizione Piemonte1 per la Camera ci spera innanzitutto Maurizio Marrone, consigliere a Torino e sesto in lista. Settima un’altra consigliera del capoluogo, Paola Ambrogio. In posizione numero 9 invece il vicesindaco di Cavour, Giovanni Genovesio. Oltre la decima posizione l’assessore di Cafasse Giovanni Ravalli, il sindaco di Bardonecchia Roberto Borgis, il consigliere di Carmagnola Alessandro Cammarata, il consigliere di Settimo torinese Vincenzo Riganese, il sindaco di Montanaro Marco Frola, l’assessore di Pianezza Rosario Scafidi, il consigliere di Grugliasco Vigna Viorel, il sindaco di Rubiana Gianluca Blandino. In Piemonte2 il favorito  è invece Andrea Delmastro Delle Vedove, assessore a Biella e quarto in lista. Seguono a ruota il consigliere di Alessandria Emanuele Locci, quinto. Poi Marcello Coppo, consigliere di Asti in settima posizione, e il sindaco di San Maurizio d’Opaglio Diego Bertona, ottavo. Nono il consigliere di Vercelli Emanuele Pozzolo. Tra la decima e la ventesima posizione Federico Riboldi, assessore a Casale Monferrato, Gianpiero Fazio, sindaco di Castiglione Falletto, Luigi Songa, consigliere a Loreglia, Marco Patetta, sindaco di Maranzana, Giovanni Arfini, consigliere ad Alluvioni Cambiò, Diego Vicario, consigliere a Borgomanero. Quattro consiglieri, infine, tra i candidati al Senato: Marco Botta, posizione 5, a Casale Monferrato; Massimiliano Motta, posizione 8, a Castiglione Torinese; Daniele Andretta, nono, a Novara; Roberto Vaglio, tredicesimo, a Crissolo.
Puglia
Corrono cinque amministratori comunali, quattro alla Camera e uno al Senato. Per Palazzo Madama ci spera Filippo Melchiorre, consigliere a Bari e secondo in lista. Alla Camera, nelle prime dieci posizioni, il consigliere di Bari Marcello Gemmato, il suo omologo a Ostuni Christiani Continelli e l’assessore di Cassano delle Murge Pierpaola Sapienza. Quarantesimo in lista anche il vicesindaco di Avetrana, Alessandro Carciglia.
Sardegna
Nessun amministratore comunale corre al Senato, cinque sono in lizza per Montecitorio e sono tutti
consiglieri comunali: Francesca Mazuzzi (Quartu Sant’Elena), Gian Ludovico Careddu (Olbia), Daiana Cara (Samassi), Roberto Garau (Terralba) e Francesca Pili (Settimo San Pietro).
Sicilia
Anche in Sicilia nessun amministratore comunale si candida per Palazzo Madama, mentre 13 sono in corsa per la Camera. Nella circoscrizione Sicilia1 la favorita è Rosaria Genna, consigliere comunale a Marsala e quinta in lista. A seguire il sindaco di Roccamena Salvatore Graffato, il consigliere di San Cipriello Vincenzo Geluso e il vicesindaco di Ustica Giuseppe Caminita. Tutti consiglieri i candidati in Sicilia2: Giuseppe Sottile (Barcellona Pozzo di Gotto), Gaetano Nanì (Naso), Rosario Minissale (Scordia), Emanuele Di Mauro (San Gregorio di Catania), Giuseppe Tomasello (Belpasso), Lorena Mileti (Castel di Iudica), Antonella Schembri (Porto Empedocle), Nicola Zagame (Aci Castello) e Salvatrice Gozza (Mirabella Imbaccari).
Toscana
In Toscana FdI presenta 4 candidati alla Camera e 2 al Senato, tutti consiglieri comunali: sono Jurij di Massa, consigliere di Gavorrano e quinto in lista alla Camera; Nicoletta Zampi, nona e consigliere di Bucine; Elena Maltagliati (Massa e Cozzile), dodicesima; Chiara Venturi (Piteglio), in posizione 38. Infine, al Senato, Pier Francesco Angelini da Grosseto (quarto) e Gianni Martinucci da Poggibonsi (numero 17).
Umbria
Tutti consiglieri i sette candidati in Umbria. Marco Cesaro (Foligno), Maria Ritamoncelli (Montefalco), Brigitta Favi (Fratta Todina) e Francesco Rubeca (Magione) corrono per la Camera. Al Senato, invece, Claudio Ranchicchio (Todi), Roberta Ricci (Corciano) e Vanny Mattarolo (Tuoro sul Trasimeno).
Veneto
Nessun candidato al Senato tra gli amministratori comunali del Veneto aderenti a Fratelli d’Italia. In compenso nelle due circoscrizioni della Camera ci sono ottime speranze per Ciro Maschio, consigliere a Verona e terzo in Veneto1, nonché per i due consiglieri di Venezia e Conegliano veneto, Raffaele Speranzon e Marina Buffoni, rispettivamente secondo e terza in Veneto2. Altri 3 consiglieri sono candidati in Veneto1: per Adria c’è Michele de Bellis in nona posizione; per Caprino veronese corre Mario Castellani, undicesimo; posizione 22 per Giacomino Scocco, consigliere a Valli di Pasubio. Corrono infine in Veneto2 anche Antonio Da Col, assessore a Calalzo di Cadore e quinto in lista, e Nicola Sonego, consigliere di Colle Umberto e settimo in lista.

DETTAGLIO PER COALIZIONE: CON MONTI PER L’ITALIA

Le liste civiche per Monti a Camera e Senato scelte da 27 amministratori

Nello specifico, sono 15 gli aspiranti senatori che corrono col premier uscente, 12 gli aspiranti deputati. Alcuni in posizioni di sicuro prestigio all’interno delle singole liste.

Sono in tutto 27. Di questi, 20 provengono da esperienze amministrative tra le fila del centrodestra, mentre sette erano già impegnati con il centrosinistra. E’ la compagine di amministratori comunali (sindaci, assessori e consiglieri) presenti nelle liste civiche “Con Monti per l’Italia”, presentate alla Camera e al Senato.
Nello specifico, sono 15 gli aspiranti senatori che corrono col premier uscente, 12 gli aspiranti deputati. Alcuni in posizioni di sicuro prestigio all’interno delle singole liste.
Campania
La Campania, con cinque candidati, detiene il record di regione con più alta densità di amministratori comunali decisi a correre con Monti alle politiche. Provengono tutti dal centrodestra, ad eccezione di Giovanni Palladino, assessore a Casalduni (Bn) e terzo in lista nel collegio Campania1. Ettore Zecchino e Virgilia Remolino occupano invece la quarta e la sedicesima posizione nella lista Campania2. Lui è consigliere ad Ariano Irpino (Av), lei è assessore a Campagna (Sa). Per il Senato, infine, ci sono il consigliere di Napoli Domenico Palmieri (posizione 19) e l’assessore di Pontecagnano Faiano (Sa) Nicola Sconza, venticinquesimo.
Emilia-Romagna
Due candidati al Senato e uno alla Camera in Emilia-Romagna, tutti provenienti dal centrodestra. Luca Cuoghi è assessore a Sassuolo, e corre in posizione 41 nella lista del collegio emiliano. Corrono per il Senato, invece, il consigliere di Piacenza Filiberto Putzu e il suo omologo a Sarmato (Pc), Piero Sasso (in lista rispettivamente in posizione 12 e 18).
Lazio
Solo un nome nel Lazio, quello di Pierpaolo Marcuzzi, assessore a Terracina (Lt) in una giunta di centrodestra e candidato al Senato, posizione 17.
Liguria
In Liguria, con un ottimo posizionamento, c’è solo Maria Rosa Biggi, consigliere comunale di centrosinistra a Genova e seconda nella lista del Senato.
Lombardia
Sono tre gli aspiranti parlamentari: per il Senato c’è Antonio Patera, vicesindaco di Lonate Pozzolo, in provincia di Varese, con la quarantasettesima posizione. Corrono nel collegio Lombardia2 per Montecitorio, invece, il consigliere di Gardone Riviera (Bs) Stefano Ambrosini e il consigliere di Seregno (Monza-Brianza), rispettivamente numeri 26 e 25 della lista.
Marche
Nelle Marche tocca al sindaco di centrosinistra di Porto Sant’Elpidio (Ap) Mario Andrenacci, terzo nella lista della Camera. Per il Senato c’è invece Valter Eusebi, centrodestra, consigliere a Pesaro e quarto in lista.
Piemonte
Il Piemonte schiera due candidati alla Camera ed uno al Senato: si tratta innanzitutto del consigliere comunale di Novara Antonio Pedrazzoli, proveniente dal centrodestra e piazzato in quinta posizione per Palazzo Madama. Per un posto a Montecitorio corre invece Luca Borsarelli, assessore di centrodestra a Mondovì (Cn) in diciassettesima posizione nel collegio Piemonte 2. Con lui Gabriele Molinari, consigliere di centrosinistra a Vercelli, in settima posizione nello stesso collegio.
Puglia
Aspirano entrambi al Senato i due amministratori pugliesi Rosario Cusmai, consigliere di centrodestra a Foggia e ottavo in lista, e Federico Pirro, suo omologo di centrosinistra a Bari e schierato alla posizione numero dieci.
Sardegna
Nell’isola spera in un seggio al Senato Antonio Mura, consigliere di centrodestra a Sestu (Ca) e quarto in lista.
Toscana
Due candidati al Senato e uno alla Camera anche in Toscana. Tutti provenienti dal centrodestra. Luca Leone è assessore a Lucca e corre per la Camera in nona posizione. Nella lista del Senato, invece, l’assessore di Massa Luigi della Pina e il consigliere di Firenze Riccardo Sarra (quinta e sesta posizione).
Veneto
Anche in Veneto si ripete lo schema di due candidati alla Camera e uno al Senato. Entrambi dal centrodestra provengono gli aspiranti deputati, Vanna Baldan ed Enrico Renosto, consiglieri a Mira (Ve) e a Treviso, rispettivamente in tredicesima e ottava posizione. Al centrosinistra invece Monti strappa la candidata del Senato, Cristina Toso, consigliere comunale a Padova.

L’Udc alla Camera schiera 191 amministratori locali, in corsa 29 sindaci, 13 ‘vice’ e 30 assessori

Sono 191 gli amministratori locali dell’Udc che si candidano per un posto alla Camera dei Deputati
che verrà rinnovata con le elezioni politiche del 24 e 25 febbraio prossimi. Di questi 27 sono sindaci, 13 ‘vice’, 32 assessori e 119 consiglieri comunali. E’ questo il quadro d’insieme che emerge dall’indagine che Anci-Comunicare ha svolto sulle liste di Pierferdinando Casini che a differenza del senato, dove l’Udc corre nella lista unica del premier Monti, ha presentato la lista dello scudo crociato in tutte e 20 le regioni italiane.
Il primato regionale riguardo ai sindaci in lista spetta alla Campania che presenta 6 primi cittadini, seguono Puglia e Sardegna con 4 sindaci in lista, la Lombardia con tre, Calabria e Piemonte due mentre Sicilia, Friuli Venezia-Giulia, Toscana, Sicilia, Emilia-Romagna, Lazio, Liguria, Marche e Veneto ospitano nelle loro liste un solo sindaco (nessun in lista in Valle d’Aosta, Molise e Trentino Alto-Adige).
Ma vediamo il dettaglio, regione per regione, su sindaci, ‘vice’ e assessori. A loro si aggiungono gli amministratori collocati nelle posizioni più favorevoli.
Abruzzo
Giorgio De Matteis, consigliere comunale de L’Aquila ha il miglior piazzamento, secondo. Dietro di lui Antonio Iulianella, vicesindaco di Pescina (Aq) posizionato settimo. Segue Filippo D’Agostino, assessore al Commercio a Pineto (Te). Più indietro quattro consiglieri comunali: nono Graziano Marino (Ch), undicesimo Andrea Salvati (Pe), tredicesimo Nazareno Maria Venturo (Rosello – Ch) e quattordicesima Chiara Centi (Fagnano Alto – Aq).
Basilicata
Due i candidati lucani in lista per la Camera. Terzo Antonio Corbo, assessore alle Infrastrutture di Melfi (Pz), quinto Rocco Fuina presidente del consiglio comunale di Pisticci (Mt).
Calabria
Francesco Candia di Stignano (Rc) e Giampietro Coppola del comune cosentino Altomonte sono i sindaci candidati in Calabria che proveranno a portare le istanze dei loro territori a Montecitorio. Quarta posizione per il primo, nona per il secondo.
Seguono Maria Cristina Sinopoli, consigliere di Cinquefrondi (Rc), 16sima, Monica Spadafora, consigliere di San Giovanni in Fiore (Cs), 17sima e Alessandra De Rosa, assessore a Cosenza.
Campania
I sindaci presentati nella circoscrizione Campania1 sono Salvatore Brancaccio (Trecase – Na) dodicesimo e Agnese Borelli (Boscotrecase – Na), 31sima. Gli altri amministratori di Campania1: Giovanni Barretta (11°), consigliere a Melito di Napoli; Massimo Iodice, consigliere a Casoria (Na) (17°); Mario Marrandino, vicesindaco a Pozzuoli (18°); Crescenzo Micillo, vicesindaco a Mugnano di Napoli (19°); Mario Rhemy, consigliere a Ercolano – Na (20°); Lorenza Orefice, vicesindaco di Casavatore – Na (21°); Francesco Pizzella, consigliere a Nola – Na (23°); Carmine Riemma, consigliere di Acerra – Na (24°); Antonio Russo, consigliere di San Gennaro Vesuviano – Na (25°); Virgilia Strocchia, consigliere di Saviano – Na 20esima in lista.
I sindaci Vincenzo Sirignano (Mirabella Eclano – Av), Patrizia Vestini (Recale – Ce), Margherita Giordano (Forchia – Bn) e Angelo De Simone (Tora e Piccilli – Ce) corrono in Campania2, rispettivamente in ottava, sedicesima, diciannovesima e ventunesima posizione.
Gli altri amministratori sono il vicesindaco di Sarno (Sa), Francesco Squillante, 15simo e i consiglieri Pasqualina Memoli, nona, da Salerno; Bruno Casamassa, decimo, da Angri (Sa); Pietro Mazzini, 17simo, da Eboli (Sa); Luigi Caiazzo, 18simo da Scafati (Sa); Linda Corvino, 23sima, da Bracigliano (Sa); Camillo Federico, 24simo, da Mondragone (Ce); Carmine Landi, 27simo, da Mercato San Severino (Sa).
Emilia Romagna
Maria Elisabetta Tanari (12sima) sindaco di Gaggio Montano (Bo) è il solo sindaco in corsa in questa regione. Seguno i due assessori di Soraga (Pr) e Cadeo (Pc) Federico Giordani e Donatella amici posizionati rispettivamente al ventesimo e ventiseiesimo posto. Il miglior piazzamento lo ottiene il consigliere comunale di Modena, Davide Torrini terzo in lista. Dopo di lui prova ad entrare in Parlamento Alvaro Ancisi (4°), consigliere comunale di Ravenna e membro dell’Ufficio di presidenza dell’Anci.
Gli altri amministratori sono tutti consiglieri comunali e sono: Neda Barbieri (Voghiera – Fe), quinta; Gian Guido Carini (Cadeo – Pc), settimo; Giuseppe Pellacini (Pr) ottavo; Stefano Gasperi (Cavezzo – Mo), 11simo; Giovanni Minguzzi (Lugo di Romagna – Ra), 17simo; Alez Baricordi (Portomaggiore – Fe), 18simo; Federico Giordani (Soragna – Pr), 20simo; Donatella Amici (Cadeo – Pc), 25simo; Antonio Pezzi (Imola – Bo), 31simo; Paolo Bigliardi (Formigine – Mo), 33simo; Tiziana Azzolini (Sala Baganza – Pr), 39simo; Mirko Perelli (Tresigallo – Fe), 42simo.
Friuli Venezia Giulia
Paolo Urbani, sindaco di Gemona del Friuli (Ud), nono in lista, è l’unico sindaco candidato nella regione. Altri due gli amministratori presenti: Fabrizio Anzolini, consigliere comunale di Udine, terzo, e Alessandro Moras, consigliere di Porcia (Pn), undicesimo.
Lazio
Unico sindaco in lista è Francesco Biagiotti, a capo dell’amministrazione di Bagnoregio (Vt), quarto nella circoscrizione Lazio 2. Seguono i quattro assessori, due candidati a Lazio 1, Gabriella Sisti da Marino (Rm) nona e Giuseppe Cilia da Palestrina (Rm) ventitreesimo. Corrono invece per Lazio2, Marilena Sovrani assessore a Latina e decima in lista ed Emanuela Bartolini, assessore nell’altro capoluogo Viterbo in sedicesima posizione.
Folta la pattuglia dei consiglieri comunali (13). I dieci in Lazio 1 sono capitanati da Alessandro Onorato, consigliere comunale di Roma piazzato bene in terza posizione. Dopo di lui Michele Pagano (Guidonia Montecelio – Rm) quinto, sesto e settimo altri due consiglieri comunali di Roma, Pasquale De Luca e Francesco Smedile, ottavo Isaia Sergio Manciuria (Anguillara Sabazia -Rm), dodicesimo Sergio Conti (Grottaferrata (Rm), tredicesimo Rocco Belfronte (Rm), ventunesimo Aldo Cerroni (Guidonia Montecelio – Rm), ventiduesimo Alberto Montesi (Ardea – Rm), ventottesimo Riccardo Rocchi (Olevano Romano – Rm).
Per Lazio2, infine, corrono Andrea Occhione (Acquapendente –Vt) nono, Mauro Anzalone (Lt) dodicesimo e Giuseppe Mataranno (Gaeta –Lt) tredicesimo.
Liguria
Roberto Avogadro, sindaco di Alassio (Sv) è l’unico sindaco ligure in corsa, undicesimo. Ottavo invece il vicesindaco di Taggia (Im). Gli assessori in corsa sono tre: Domenico Zito (Portovenere -Sp) quinto, Giorgio Leoncini (Tiglieto –Ge) nono e Salvatore Muscatello (Arenzano – Ge) tredicesimo. Anche un presidente di consiglio comunale in lista, si tratta di Marco Limoncini (Cicagna – Ge) decimo.
Lombardia
E’ Piero Marcazzan quello con più probabilità di farcela. Marcazzan, sindaco di Goito (Mn), è infatti dietro solo all’attuale capogruppo Udc alla Camera, Gian Luca Galletti, in Lombardia 3. Gli altri due colleghi del sindaco di Goito sono Massimo Alloni, sindaco di Mozzanica (Bg), settimo in Lombardia 2 e Teodoro Merati, sindaco di Barzana in provincia di Bergamo, 33simo sempre in Lombardia 2. Ci sono poi i vicesindaci Gaetano Tedeschi (Opera –Mi), 39simo Lombardia 1, Pietro Vavassori (Rudiano – Bs), dodicesimo Lombardia2, Paola Biaggi (Trigolo – Cr), settima in Lombardia 3 e il vicepresidente del consiglio comunale di Cologno Monzese (Mi), Antonio Cirillo, ottavo in Lombardia 1.
Gli assessori in campo sono invece: Gaetano Tedeschi (Opera –Mi), 39simo Lombardia1; Rossana Garlaschi (Ferno –Va), 29sima Lombardia2, Alessandra Miglio in Gambato (Luino –Va), 35sima e Daniela Maggi (Santa Maria della Versa – Pv), buona terza in Lombardia3.
Infine i consiglieri comunali. Nella circoscrizione Lombardia1 sono Giuseppe Carello (Giussano – Mb), settimo e Giacomo Montalbano (Canegrate – Mi), 28simo. In Lombardia2, terzo è Gianmarco Quadrini (Mairano –Bs) seguito da Mauro Morello (Varese) 13simo, Giovanni Aliprandi (Brescia), 18simo, Elisa Apostoli (Botticino – Bs) 20sima, Dimitri Cassani (Casorate Sempione – Va) 25simo, Angelo Gandolfi (Curno –Bg) 28simo, Marco Lombardi (Gambara –Bs) 32simo, Carla Torno in Bollazzi (Lonate Pozzolo –Va) 42sima e Ermelinda Zanotti (Gussago –Bs) 45sima.
Marche
Anche in questa regione un solo primo cittadino, Sandro Barcaglioni di San Paolo di Jesi (An) posizionato dodicesimo. Due gli assessori, Davide Del Vecchio da Fano (Pu) settimo e Martina Recanatini da Camerano (An) quindicesima. Nelle Marche però il miglior piazzato (secondo) è il consigliere comunale Amedeo Ciccanti dell’amministrazione di Ascoli Piceno. Gli altri consiglieri sono Marco Ottaviani (Fabriano –An) quinto, Leonardo Lippi (Cingoli –Mc) sesto, Giampiero Gallucci (Fermo decimo, Massimo Pizzichini (Macerata) undicesimo e Sandro Baracaglioni (San Paolo di Jesi –An) dodicesimo.
Piemonte
Nelle posizioni di coda i due sindaci piemontesi. Dora Perotto (Brondello (Cn) e Francesco Garino (Castelnuovo Belbo (At), sono rispettivamente diciassettesima e ventesimo nella circoscrizione Piemonte 2. Quarto in Piemonte2, invece, il vicesindaco di Montiglio Monferrato (At), Dimitri Tasso, che è anche delegato nazionale Anci alle Unioni dei Comuni.
Altri due i vicesindaci in corsa sempre in Piemonte2: Alessandra Ticozzi (Quinto Vercellese – Vc) sesta e Davide Arri (Asti) nono.
Uno per circoscrizione gli assessore candidati. Per Piemonte1 c’è Umberto De Marchi (Venaria Reale –To) sesto mentre in Piemonte2 si candida, buon secondo, Giuseppe Delfino di Busca (Cn).
I consiglieri sono nove. Per Piemonte1 corrono Giorgio Montabone (Susa –To), quindi, Giorgio Chiesa (Volpiano –To) settimo, Paola Antonetto (San Mauro Torinese –To) ottavo, Giovanna Massaro (Rivoli –To) undicesima e Luigino Sedran (Toffarello –To) quindicesimo. I due consiglieri nella circoscrizione Piemonte 2 sono invece Pietro Revetria di Ceva (Cn), decimo ed Enrico Collidà (Cuneo) quindicesimo.
Puglia
Il sindaco di San Marco in Lamis (Fg) Angelo Cera, secondo in lista dopo il segretario del partito Lorenzo Cesa, ha ottime probabilità di sedere sugli scranni di Montecitorio. Più indietro gli altri primi cittadini pugliesi. Settimo in lista Pasquale Rizzo (San Pietro Vernotico – Br), nono Luciano Cariddi (Otranto) e sedicesimo Luigi Zacheo da Spongano in provincia di Lecce.
Tre gli assessori: Orazio Vitti (Spinazzola –Bt) 35simo, Michele Triventi (Candela –Fg) 38simo e Massimiliano Stellato (Ta) 40simo.
I consiglieri (11) sono Filippo Barattolo, secondo e miglio piazzato eletto a Bari, Eugenio Iorio e Leonardo Iaccarino, entrambi consiglieri a Foggia (ottavo e nono), Alberto Minoia (Monopoli –Ba) 12simo, Stefano Angelini (Noci –Ba) 13simo, Daniele Sinisi (San Giorgio Ionico –Ta), 15simo, Eliseo Dell’Anna (San Donato Lecce) 21simo, Michele Ricucci (Manfredonia –Fg) 30simo, Pasqualina Vilani (Galatina –Le) 30sima, Annarita Guglielmo (Cannole –Le) 36sima e Alberto Cacciatore (Parabita –Le) 42esimo.
Sardegna
Quattro sindaci in lizza, miglior piazzamento (quinto) per il primo cittadino di Mandas (Ca) e direttore generale di Anci Sardegna, Umberto Oppus. Dal settimo posto in giù gli altri tre: 7° Renzo Ibba (Mongongiori – Or), 8° Mario Corongiu (Sant’Antioco – Ca), 9° Emanuele Cera (San Nicolò D’Arcidano – Or).
Un vicesindaco in lista, Marco Falchi di Muravera (Ss) 14simo, un assessore, Vincenzo Maria Cachia (Olbia) 13simo e un consigliere comunale, Masura Castagna (Tempio Pausania) 15sima.
Sicilia
Michele Botta, sindaco di Menfi (Ag), è l’unico sindaco candidato in regione ed è dodicesimo in Sicilia1. Sempre per questa circoscrizione c’è poi l’assessore di Agrigento Antonino Amato, settimo e il presidente del Consiglio comunale di Caccamo, Domenico Porretta, quinto.
Due i consiglieri: Carmelo Sciarrabone (Castetermini –Ag), 17simo e Luciano Marini (Lercara Friddi (Pa) 19simo.
Nella circoscrizione Sicilia2 tre i consiglieri comunali presenti: Salvatore Di Salvo (Catania) ben piazzato al terzo posto, Edgardo Bandiera (Siracusa) quinto e Letterio Dario Daidone, anche lui consigliere a Catania, undicesimo.
Toscana
Due assessori e sette consiglieri comunali il bilancio nella regione Toscana. Gli assessori sono Sarah Cordini (Montieri –Gr) undicesima e Silvia Corradini (Pescia-Pt) 24sima. La schiera di consiglieri si apre con Luca Paolo Titoni (Pisa) quarto in lista. A seguire Federico Gorbi (Serravalle Pistoiese –Pi) quinto, Luigi Coppola (Piombino –Pi) sesto, Loredana Silicani (Massa) 12sima, Vincenzo Di Sando (Peccioli –Pi) 17simo, Mauro Bertucci (Castelnuovo di Garfagnana –Lu) 32simo e Federico Romano (Monteroni d’Arbia –Si) 33simo.
Trentino Alto-Adige
Niente sindaci ma un assessore candidato in regione: è Mirella Serafini (Riva del Garda -Tn) sesta. Andrea Zambelli, consigliere comunale di Rovereto (Tn) è però primo nella circoscrizione in lista. Gli altri due consiglieri presenti sono Paolo Zanlucchi (Trento) terzo e Paolo Lochner (Spormaggiore –Tn) undicesimo.
Umbria
Tre consiglieri comunali in lista per l’Umbria. Piazzato più in alto, terzo, è Enrico Malasecche Germini, consigliere a Terni, segue Emanuele Pasero, consigliere ad Amelia (Tr) in quinta posizione, chiude Luca Balsana consigliere comunale di Norcia (Pg) e piazzato ottavo.
Valle d’Aosta
Luca Brighen, consigliere comunale di Settimo Vittone (To) è l’unico candidato amministratore in Valle d’Aosta
Veneto
Marco Balbo, undicesimo in Veneto1 e sindaco di Urbana (PD), è quello con il piazzamento migliore tra i due primi cittadini presenti in Veneto. Il secondo è Andrea Prandini, sindaco di Salara (Ro), 17simo sempre in Veneto1. Cinque gli assessori, tutti in Veneto1: il più in alto è Massimo Pecori (Vicenza), terzo. Seguono Vincenzo Gottardo (Adria –Ro) sesto, Antonio Sartori (Piove di Sacco (Pd) 15simo, Gregori Bottin (Albignasego (Pd) 22simo e Sabrina Baldin (Brugine –Pd) 26sima.
Undici invece i consiglieri. Gli otto in Veneto1 sono: Stefania Tescaroli (Adria) quinta, Mariano Cuman (Dueville –Vi) decimo, Angela Maria Natale (Campodarsego (Pd) 18sima, Tommaso Listriani (Costabissara –Vi) 24simo, Massimo Cavazzana (Tribano –Pd) 25simo, Daniele Guarda (Vicenza) 28simo e Renato Belluzzo (Lonigo –Vi) 31simo.
I quattro in Veneto2: Angelo Facchin (San Polo di Piave (Tv) nono, Giuseppe Mattiello (Noale –Ve) decimo, Giuliano Bortolin (Chiarano –Tv) 16simo, chiude Franco Bernardi (Paese –Tv) 20simo.

Nessun sindaco (ma 31 consiglieri) nelle liste di Fli alla Camera

Nessun sindaco ma molti consiglieri. E’ la squadra degli amministratori comunali presenti nelle liste di Futuro e Libertà (Fli) alla Camera. Parliamo in questo caso solo dei candidati per Montecitorio, dal momento che al Senato non verrà presentata una lista autonoma del partito (i candidati di Fli confluiscono infatti nella lista unica ‘Con Monti per l’Italia’).
Sono in tutto 31 gli aspiranti deputati di Fli.
Abruzzo
Nella regione della Marsica, tra le settima e la nona posizione, corrono il consigliere di Chieti Silvio Tavoletta, il suo omologo a Pescara Renato Ranieri e il vicepresidente del Consiglio di Francavilla al Mare, Carmine Cappelletti.
Basilicata
Solo un nome nella regione dei Sassi: Tommaso Covello, consigliere ad Avigliano e quinto in lista.
Campania
E’ la regione più rappresentata, con 5 aspiranti Onorevoli. Buone le posizioni di Antonio Cammarota (5), consigliere a Salerno, Vincenzo Santangelo (6), consigliere a Maddaloni e Andrea Santoro (7), consigliere a Napoli. Con loro Giuseppe Nuzzo (25), consigliere a Santa Maria a Vico ed Enrico Squillante (28) consigliere a Sarno.
Emilia-Romagna
Quattro candidati: Enrico Brandani, consigliere a Ferrara in settima posizione; Claudio Corrado, consigliere a Sassuolo in posizione 17; Gianluca Medri Ottaviani, consigliere a Bellaria Igea Marina e Antonio Grazioli, suo omologo a Fiorano Modenese.
Liguria
L’unico esponente ligure nelle liste, tra gli amministratori di Fli, è Riccardo Roffo, consigliere di Calice al Cornoviglio (La Spezia) e in posizione numero 13;
Lombardia
Tornano invece a quattro i candidati in Lombardia: il presidente del Consiglio di Como, Mario Pastore, è al quinto posto nel collegio Lombardia2. Nella stessa circoscrizione competono il consigliere di Montirone (Bs) Alessandra Conforti e il consigliere di Biassono (Monza-Brianza) Mauro Rossi, rispettivamente in posizione 22 e 41. Infine, in Lombardia3, spicca il sesto posto di Niccolò Fraschini.
Marche
Anche in questo caso un solo nome: Antonio Napolitano, consigliere a Fano e sesto in lista.
Puglia
Buona posizione, la terza in lista, per il consigliere di Francavilla Fontana Euprepio Curto. In decima e quattordicesima posizione corrono i suoi omologhi Domenico Longo (San Giovanni Rotondo) e Giuseppe Vinci (Fasano).
Piemonte
Un solo candidato, nella circoscrizione Piemonte2: è Iuri Toniazzo, consigliere a Vercelli e quinto in lista.
Sicilia
Stesso discorso in Sicilia: qui il candidato, sempre nella seconda circoscrizione, è Filippo Fiorenza, consigliere a Leonforte (Enna) e settimo in lista.
Toscana
Tre, invece, i candidati in Toscana: sono i consiglieri Claudio Valleggi (Pontedera), Stefano Bertini (Firenze) e Maurizio Volpi, rispettivamente in posizione 14, 22 e 30.
Veneto
Quattro candidati: Stefano Giunta, consigliere di Bassano del Grappa in posizione 11; Fabrizia Tonello, consigliere a Sovizzo (Vi) e tredicesima in lista; Luigi Tarquini, consigliere a Rubano (Pd) e ventesimo; Andrea Brazzale, consigliere a Sarcedo (Vi).

DETTAGLIO ALTRI PARTITI: RIVOLUZIONE CIVILE

Con Ingroia corrono 96 amministratori, 5 sindaci tra Piemonte, Lombardia e Calabria

La Regione con più sindaci, consiglieri ed assessori comunali che tentano di entrare in Parlamento è la Lombardia (19), seguita da Veneto (11), Emilia – Romagna (10), Campania e Piemonte (8). Buona la presenza femminile: 24 donne, distribuite tra Camera (13) e Senato (11).

Tra gli aspiranti parlamentari delle liste di ‘Rivoluzione civile’ 96 vantano un’esperienza di amministratori nei Comuni: 60 sono in corsa per Montecitorio e 36 per Palazzo Madama. Il dato emerge dall’analisi di Anci-Comunicare sulle liste del movimento guidato dall’ex magistrato di Palermo Antonio Ingroia.
La Regione con più sindaci, consiglieri ed assessori comunali che tentano di entrare in Parlamento è la Lombardia (19), seguita da Veneto (11), Emilia – Romagna (10), Campania e Piemonte (8). Gli amministratori sono divisi tra centri con meno di 15mila (46), e con più di 15mila abitanti (50). Quindici arrivano da Comuni capoluogo di provincia, mentre due candidati sono espressione di Comuni ‘polvere’: Montebruno (Ge) – 214 abitanti, ed Acquafondata (Fr) -296.
Soltanto cinque i sindaci nelle liste: due a testa per Piemonte e Lombardia, uno in Calabria. Al Senato Nilo Durbiano di Venaus (To), centro simbolo della resistenza ‘No Tav, capolista in Piemonte è certo dell’elezione; con lui per la Camera Davide Persico di San Daniele Po (Cr) – 5/a posizione in Lombardia 3; chanches nulle per Gabriele Grandini di Braone (Bs) (40° – Lombardia 2) ed Emanuel Parracone, di Valdieri (Cn), 11esimo in Piemonte 2. In corsa per Montecitorio anche il sindaco di Cutro (Kr): Salvatore Migale è quinto in lista.
Dei 70 consiglieri comunali la maggior parte è candidata nelle circoscrizioni di Lombardia (14), Veneto (9), Emilia-Romagna (8) e Campania (7). Completano la pattuglia degli amministratori locali per il Parlamento 17 assessori comunali – 9 per il Senato e 7 per la Camera – e 4 vice sindaci. Buona la presenza femminile: 24 candidate, distribuite tra Camera (13) e Senato (11). La Regione più attenta alle ‘quote rosa’ è la Lombardia (5 candidate), seguita da Abruzzo e Toscana (4), e Veneto (3).
Ecco nel dettaglio una sintesi Regione per Regione riferita ad entrambe i rami del Parlamento.
Abruzzo
Nel complesso gli amministratori comunali in corsa sono 6, con 5 consiglieri comunali, tutti per Montecitorio. Buona posizione per Emilia Di Matteo, consigliere comunale di Mosciano S.Angelo (Te) al 3° posto; più indietro i suoi colleghi Mariangela Antenucci di Cupello (Ch), e Enrico Perilli dell’Aquila, rispettivamente all’8° e 9° posto. Tiziana Di Cecco consigliere comunale di Pineto (Te) è decima, mentre Barbara Toppi assessore a Manopello è 13esima.
Calabria
E’ calabrese uno dei cinque sindaci candidati: Salvatore Migale di Cutro (Kr); con lui Michele Conia (6°), consigliere comunale a Cinquefrondi (Rc), Comune del parco nazionale dell’Aspromonte. Candidato alla Camera anche l’ex assessore del Comune di Napoli, Alberto Lucarelli, 4° in lista.
Campania
Otto i candidati ‘comunali’: 6 al Senato, e 2 alla Camera. Per Palazzo Madama spicca la pattuglia di amministratori napoletani, con l’ex assessore al Welfare, Sergio D’Angelo, capolista e certo dell’elezione; più indietro due consiglieri a Palazzo San Giacomo: Carmine Attanasio e Amalia Beatrice, al 4° e 6° posto. Spazio per altri due consiglieri partenopei, Maria Lorenzi (15/esima) e Antonio Fellico (17/esimo); chiude il consigliere di San Giorgio La Molara (Bn), Nicola De Vizio, al 21esimo posto. Per Montecitorio corrono al 4° posto in Campania 1 Angelo Bonelli, leader dei verdi e consigliere comunale di Taranto; (si candida anche in Puglia al 3° posto); e il suo collega di Benevento Francesco Zoino (19/esimo – Campania 2)
Emilia-Romagna
In corsa per il Parlamento ben 10 amministratori, tre per il Senato e sette per la Camera, tutti con postazioni poco favorevoli. Per Palazzo Madama l’assessore comunale di Fontevivo (Pr) Paola Zilli al 12° posto, seguita dal suo collega di Fiorano Modenese (Mo), Sergio Pederzini – 13esimo; Gianluca Belletti, consigliere comunale di Collecchio (Pr), è al 18/esimo posto.
Aspirano a diventare deputati anche i consiglieri comunali di Forlì, Tommaso Montebello, (11°); e Matteo Vasari (16°) di San Felice sul Panaro (Mo), uno dei centri più colpiti dal terremoto emiliano. In coda alla lista i consiglieri comunali di Conselice (Ra), Ivano Lanconelli, (33esimo); di Lugo di Romagna (Ra), Beniamino Tirone, (38esimo); di Carpi (Mo), Andrea Bizzarri, (39esimo); di Ravenna, Davide Buonocore, (40esimo); e di Torrile (Pr), Antonio Varatta, (41esimo).
Friuli Venezia Giulia
Tra i tre candidati per il Senato può sperare nell’elezione il consigliere comunale di Trieste, Marino Andolina, capolista e componente del consiglio nazionale di Anci. Buona posizione anche per il suo collega giuliano, Paolo Bassi, terzo in lista, mentre Rossano Bibalo, consigliere a San Dorligo della Valle Dolina (Ts), è al settimo posto. Per Montecitorio l’assessore di Udine Kristian Franzil corre al 5°posto; più indietro i consiglieri comunali di Tavagnacco (Ud), Aligi Di Biaggio, e di Gradisca di Isonzo (Ud), Alessandro Grandi, rispettivamente al 9° e 12° posto.
Lazio
Solo tre gli amministratori comunali in corsa: per Palazzo Madama Viviana Fuoco, assessore comunale ad Acquafondata (Fr) in 6/a posizione; e Pio Riggi, consigliere a Ferentino al 15° posto. Con loro per Montecitorio è in lista al 16esimo il consigliere comunale di Rocca Sinibalda (Ri), Stefano Micheli. Sia Rocca Sinibalda che Acquafondata sono piccolissimi centri, rispettivamente con 844 e 296 abitanti.
Liguria
Tra i quattro amministratori in corsa ben piazzato l’ex assessore del Comune di Napoli, Alberto Lucarelli, 2° in lista alla Camera (come in Veneto). Con lui i consiglieri comunali di Campomorone (Ge), Davide Ghiglione, (6° posto), e di Montebruno (Ge), Cristina Aste (al 9°). Per il Senato si candida anche Franco Amadori, consigliere comunale di San Colombano Certemoli (Ge) al 7/mo posto.
Lombardia
Su 19 candidati ‘comunali’ (13 alla Camera e 6 al Senato) figurano in lista due sindaci, la metà dei primi cittadini candidati dal movimento. Davide Persico, sindaco di San Daniele Po (Cr), al 5° posto nel collegio Lombardia 3; mentre Gabriele Prandini suo collega di Braone, appena 675 abitanti nel bresciano, è solo 40esimo in Lombardia 2. La Regione esprime il maggior numero di amministratrici donne candidate: alla Camera, Maria Stella Contini, consigliere comunale di Cervignano d’Adda (Lo) – ottava in Lombardia 3; Laura Alghisi di Verolavecchia (Bs) – 17/esima in Lombardia 2; nello stesso collegio, al 28° posto, il consigliere comunale di Lovere (Bg) Maurizia Stefanini; mentre l’assessore comunale di Carnate (Mb), Anita Giuriato, è 28/sima ma in Lombardia 1. Chiude la pattuglia in rosa il vicesindaco di Corsico (Mi) Maria Leodilla Zibardi, 35/esima per il Senato.
Completano la squadra per Montecitorio i consiglieri comunali di Borgo di Trezzo (Bg), Samuele Francesco Macario, (11° – Lombardia 2); e nel collegio Lombardia 1, Giuseppe Ripamonti di Cornate d’Adda (Mi) (14°); Maurizio Cerioni di Paderno Dugnano (18/esimo -); e Vito Antonio Guglielmo di Rho (Mi) (20°). Chances nulle per altri tre consiglieri in Lombardia 2: Eliseo Sanfelice di Samarate (Va), Stefano Sportelli di Saronno (Mi), ed Ezio Venturini di Lecco, rispettivamente al 31/esimo, 39/esimo e 41/esimo posto.
Tentano di entrare a Palazzo Madama: Antonio Berardinucci, consigliere comunale di Segrate (Mi) ed il suo collega di Monte Cremasco (Cr), Oscar Stefanini, rispettivamente al 9 e 14° posto. Con loro l’assessore comunale di Casorate Primo (PV), Francesco Bottaro (22°); il consigliere di Casalmaggiore (Cr), Pierluigi Casotto (31°); ed Edoardo Angotti di Gallarate (Va) al 39/posto.
Marche
Due soli candidati: per la Camera al 14° posto, Niccolò Di Bella, consigliere comunale di Pesaro; per il Senato l’assessore comunale di Montemarciano (An), Damiano Bartozzi all’ottavo posto.

Piemonte
Con la Lombardia è la Regione con più sindaci in corsa: al Senato certo dell’elezione è il capolista Nilo Durbiano di Venaus; mentre nel collegio Piemonte 2 della Camera Emanuel Parracone, sindaco di Valdieri, piccolo centro cuneese con 358 abitanti, figura all’11/esimo posto. Buone chances anche per l’assessore comunale di Asti, Luigi Alberto Pasta (2° al Senato); spera il consigliere comunale di Cuneo, Pierluigi Garelli (5°), già candidato a sindaco la scorsa primavera. Chiudono la ‘squadra’ di amministratori per Palazzo Madama i consiglieri comunali di due centri dell’area Tav: Pietro Milazzo (8°) di Condove (To); e Laura Orsucci (12°) di Gassino Torinese (To). Per Montecitorio corrono in Piemonte 1 anche il vicesindaco di Rivoli (To), Avernino Di Croce (7°), ed il consigliere di Lauriano Renato Dutto (14°).
Puglia
Tutti per Montecitorio i quattro amministratori pugliesi. Insieme al consigliere comunale di Taranto, Angelo Bonelli, (3° in Puglia come in Campania), i suoi colleghi di Polignano a Mare (Ba), Domenico Lomelo; di San Giorgio Ionico (Ta), Luciano Pisanello; e di Taurisano (Le), Antonio Salvatore Rocca, rispettivamente al 9°, 19° e 32°posto.
Sardegna
Tutti per il Senato i tre amministratori in corsa: il capolista è il consigliere comunale di Musei (Campidano), Luigi Manca; dietro di lui al terzo posto l’assessore di Laconi (Or), Anna Paola Zancheddu ed il vicesindaco di Seui (Ogliastra), Ignazio Marci (7°).
Toscana
Ben tre amministratrici in corsa per Palazzo Madama: l’assessore di Poggibonsi (Si), Serena Cortecci; il vicesindaco di Cortona (Ar), Gabriella Mammoli; e il consigliere di Sociville (Si), Angela Bindi rispettivamente in settima, decima ed undicesima posizione. Un’altra donna candidata per Montecitorio: l’assessore comunale di Ponsacco (Pi), Barbara Giannini, 20/esima. Con lei i consiglieri comunali di Massa, Pierpaolo Marchi (13°), e di Livorno, Lorenzo Del Lucchese (37°).
Trentino Alto Adige
Due consiglieri comunali di Trento in lizza per Montecitorio: Lucia Coppola, al secondo posto, e Francesco Porta all’undicesimo. Tenta di diventare senatore il consigliere comunale di Merano (Bz), David Augscheller in quinta posizione.
Veneto
I due candidati ‘comunali’ per il Senato sono consiglieri a Padova: Daniela Ruffini, (3° posto) è anche presidente del consiglio; e Giovanni Battista Di Masi al 6° posto.
Per Montecitorio nel collegio Veneto 1, a parte l’assessore di Napoli Alberto Lucarelli (2° come in Liguria), corrono i consiglieri comunali di Vicenza, Cinzia Bottene (6°), e di Recoaro (Vi), Giuliano Ezzelini Storti, (10°). Più indietro i loro colleghi di Altavilla Vicentina (Vi), Margherita Fusari (12°); di Lendinara (Ro), Paolo Coeli (15°), e di Solesino (Pd), Marco Garavelllo (27°). Nella circoscrizione Veneto 2 in tre tentano di arrivare a Montecitorio: i consiglieri Alfonso Delfino di Spinea (Vi), e Domenico Felice di Noale (Ve), rispettivamente al 9° ed 11° posto; con loro l’assessore di Comelico Superiore (Bl), Daniele Zandonella (14°).

DETTAGLIO ALTRI PARTITI: FARE PER FERMARE IL DECLINO

Il neonato movimento di Giannino candida 13 amministratori, dei quali un sindaco

Novità assoluta di questa tornata, il movimento guidato dal giornalista economico Oscar Giannino conta “molti amministratori tra i nostri sostenitori”, afferma chi si occupa dell’organizzazione. Tra gli amministratori comunali, però, i candidati nelle liste non potevano essere moltissimi, proprio a causa dell’assoluta novità di questa formazione nel panorama politico nazionale. Se ne contano in tutto 13, di cui 11 consiglieri, un sindaco e un vicesindaco. Quasi la metà, sei, sono candidati in Lombardia.
Emilia-Romagna
Nicola Rossi, consigliere comunale di Modena, è candidato alla Camera, posizione 18 in lista
Lazio
Pierantonio Palluzzi, consigliere comunale a Priverno, è candidato alla Camera nella circoscrizione Lazio2, posizione numero 4.
Liguria
Davide Sacco, consigliere a Campomorone, si candida alla Camera.
Lombardia
Per il Senato corre, in posizione numero 12, Valter Andreoli, consigliere  a Bagnatica. Alla Camera, invece, nelle liste della Lombardia1 c’è Andrea Pilati, consigliere a Lainate. In Lombardia2 corrono Alessio Nicoletti, consigliere comunale a Varese; Andrea Massera, consigliere comunale a Sondrio;
Bruno Pavan, sindaco di Bodio Lomnago. Infine, in Lombardia3, Alberto Dell’Acqua, vicesindaco di Fortunago.
Piemonte
Entrambi nella circoscrizione Piemonte2, Diego Jurcovich, consigliere a Galliate, e Mattia Recli, consigliere a Baceno.
Sardegna
Luigi Bacchis, consigliere e assessore all’ambiente a Domusnovas, si candida per il Senato.
Veneto
Piero Comparoto, consigliere a Illasi, è candidato alla Camera nella circoscrizione Veneto1.

Ottobre: 2021
L M M G V S D
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031