Cstp, gara per la cessione aggiudicata a Busitalia

Con poco meno di 100 mila euro in più rispetto all’importo a base d’asta di 5milioni e 820mila euro, Busitalia si è aggiudicata la gara per la cessione del ramo d’azienda del Cstp, il Consorzio Salernitano Trasporti Pubblici. (270516 Giancarlo Frasca)

Dopo l’apertura delle buste, che nei giorni scorsi che aveva portato all’esclusione di Cotrac ed Air Avellino, per l’assenza di un piano dettagliato dell’offerta, questa mattina si è riunita nuovamente la commissione esaminatrice per la cessione del ramo d’azienda del Cstp, il consorzio salernitano trasporti pubblici per valutare l’unica offerta economica rimasta in gara.
Dopo la lettura della scheda tecnica di Busitalia, si è provveduto in presenza di un rappresentante del Ministero delle Infrastrutture all’apertura della terza busta contenente l’offerta economica che ’ stata superiore alla base d’asta di 98mila euro. L’offerta totale di Bus Italia è stata pari a 5.900.000 euro, aggiudicandosi la gara e, quindi, avviandosi a subentrare nella gestione del Cstp e delle concessioni in essere.
Nei prossimi giorni ci sarà l’aggiudica definitiva del ramo d’azienda dell’azienda salernitana della mobilità.
Busitalia Sita Nord è una società del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane che si occupa di trasporto persone con autobus.
La Società è nata dalla divisione di SITA in due aziende separate ed indipendenti. Busitalia, in particolare, è attiva nel centro – nord, coprendo attualmente circa 90 milioni di km annui.
Con proprie controllate opera nel settore dei collegamenti ferroviari,
organizza per conto di Trenitalia, l’erogazione dei servizi sostitutivi ed integrativi di corse ferroviarie sull’intero territorio nazionale e marini. 3.700 i dipendenti.
Il passaggio di consegne avverrà entro l’estate. All’azienda vincitrice verrebbero ceduti non solo i contratti di servizio in essere e, di conseguenza, il trasporto pubblico nel salernitano, ma anche i rapporti di lavoro e i mezzi di trasporto di proprietà del Cstp. Nel piano si parlerebbe anche di un possibile incremento occupazionale, stimato in una trentina di unità lavorative.

Novembre 2022
L M M G V S D
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930