Crollo nell’area archeologica di Velia. La direttrice scrive a Franceschini. Al via una petizione on-line

Dopo il crollo di un muro tre giorni fa negli scavi di Velia, ad Ascea , il web si mobilita. Il crollo, provocato dalle piogge dei giorni scorsi, ha coinvolto un muro dell’ agorà dell’antica colonia magno-greca di Elea-Velia, nel Cilento, spingendo la direttrice del parco archeologico, Giuseppina Bisogno, ad inviare una relazione dettagliata al ministero dei Beni Culturali. E oggi, è scattata una petizione online indirizzata al ministro Dario Franceschini. “A causa delle forti piogge – si legge nella petizione – è crollata una vasta parte dell’importante area archeologica di Elea-Velia, proprio perché mancano fondi per la manutenzione ordinaria. Oltre a Velia, in provincia di Salerno ci sono anche gli scavi di Paestum e la Certosa di Padula. Questi siti necessitano di interventi costanti, non si può agire solo quando c’è un’emergenza”.
“La province di Salerno e il Cilento – conclude la petizione – non possono essere dimenticate dal governo”. (090314)

Febbraio 2023
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728