Castel San Giorgio, i Carabinieri del Noe sequestrano inceneritore del Cimitero

I Carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico di Salerno, agli ordini del Capitano Giuseppe Ambrosone, a Castel San Giorgio (Sa) hanno apposto i sigilli di sequestro all’inceneritore a servizio del locale cimitero comunale, utilizzato per la termodistruzione dei rifiuti speciali cimiteriali provenienti dalle attività di esumazione ed estumulazione, in pratica il disseppellimento dei feretri dalle fosse scavate nel terreno o l’estrazione delle salme dai loculi.
In particolare, i Carabinieri dello speciale reparto a Tutela dell’Ambiente nel corso del sopralluogo presso il cimitero comunale hanno eseguito un accesso all’interno di una struttura in muratura adiacente gli uffici cimiteriali; tale struttura è risultata essere divisa in due locali di cui uno adibito a “sala pulizia resti mortali” e l’altro a “sala bruciatore”.
All’interno di quest’ultimo vano i Carabinieri del N.O.E. hanno rilevato la presenza di un termodistruttore a gasolio utilizzato nell’ambito del camposanto per l’incenerimento dei rifiuti cimiteriali speciali provenienti dalle attività di esumazione ed estumulazione delle casse mortuarie; tra l’altro, nella camera di combustione dell’inceneritore sottoposto a sequestro sono stati rinvenuti materiali incombusti quale lastre di zinco e residui di imbottitura di casse funebri.
In esito al controllo, alla luce delle emergenti responsabilità penali per la violazione degli articoli 256 e 279 del D.Lgs 152/2006 (c.d. Codice dell’Ambiente) circa l’esercizio, senza la prescritta autorizzazione, dell’attività di smaltimento dei rifiuti cimiteriali, nonché per aver installato l’impianto di termodistruzione ed esercitato l’attività di incenerimento dei medesimi rifiuti in assenza della autorizzazione alle emissioni in atmosfera, due persone (il responsabile del cimitero ed il funzionario del comune di Castel San Giorgio con responsabilità anche di gestione cimiteriale) sono state deferite in stato di libertà ai magistrati della sezione reati ambientali della Procura della Repubblica del Tribunale di Nocera Inferiore, sostituti Giuseppe Cacciapuoti e Marielda Montefusco, guidati dal Procuratore Capo Giancarlo Izzo. (270912 com)

Ottobre: 2021
L M M G V S D
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031