Una politica del “Fare”

I Liberal Democratici salernitani si sono ritrovati, ieri sera al Punto Einaudi, per incontrare Carlo Stagnaro, cofondatore, con il giornalista Oscar Giannino, del Movimento Fare, Fermare il Declino. E’ stata l’occasione per presentare il libro “Sudditi”, edito dall’Istituto Bruno leoni e scritto a più mani, con i contributi, tra gli altri, di Alessandro De Nicola, altro cofondatore del movimento, Fabio Scacciavillani, Luigi Ceffalo, Serena Sileoni e Marianna Vintiadis, tra i primi firmatari del manifesto di fare.
Sullo sfondo, ovviamente, le elezioni del 23 e 24 febbraio prossimi alle quali il movimento di Giannino dovrebbe correre da solo, senza apparentamenti con i grandi partiti. Capolista alla Camera, nella Circoscrizione Campania 2 sarà Antonluca Cuoco, presente ieri all’incontro, secondo il quale i due principali schieramenti politici italiani avrebbero fallito miseramente, conducendo il paese nello stato attuale. Da qui la necessità, di evitare chiacchiere da bar e provare a cambiare rotta. Tra gli obiettivi della neonata formazione la spesa pubblica, la corruzione e le tasse. Tema conduttore delle liste che saranno presentate da Fermare il Declino, la presenza di cittadini che non hanno mai avuto a che fare con la politica e che non vivono di politica, che si candidano senza chiedere poltrone in cambio. Come ricordato da Carlo Stagnaro. (130113 Giancarlo Frasca)

Settembre: 2020
L M M G V S D
« Ago    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930