Salerno sotto la pioggia, caditoie occupate e tombini saltati

Dopo un lungo periodo di siccità con temperature elevate, ben al di sopra della media stagionale, sono tornate le piogge sulla Campania e sulla Provincia di Salerno.
Una vera e propria bomba d’acqua si è riversata sul capoluogo intorno alle 13. Disagi nel quartiere di Torrione e di pastena, oltre che nel centro della città. Strade allagate anche in Via Torrione, all’incrocio con Via Settimio Mobilio e via baratta con difficioltà per gli automobilisti e per i pedoni. In diversi punti del capoluogo, poi, sono saltati i tombini derlla rete fognaria con l’acqua che si è riversata sul manto stradale, aggravando la situazione. la grande massa d’acqua ha trasformato diverse strade sia nelle zona collinari che nel centro e a Torrione in veri e propri torrenti. Disagi segnalati anche sul lungomare con due alberi portati giuù dal vento e dalla furia degli elementi e nella zona industriale dove decine di automobilisti sono rimasti bloccati nelle proprie vetture per una ventina di minuti.
Questo, nonostante le piogge fossero annunciate da tempo. Una bomba d’acqua che ha trovato le caditoie in diversi puinti della città otturate. Con la pioggia si sono abbassate anche le temperature.
La Protezione civile della Regione Campania, già da ieri, aveva emanato un avviso di criticità meteo di colore giallo su tutta la regione per la giornata di oggi, dalle 9 per 24 ore per “piogge sparse, anche a carattere di moderato rovescio o temporale”.
Il pericolo è legato al rischio idrogeologico localizzato che potrebbe causare fenomeni come ruscellamenti superficiali e possibile trasporto di materiale, allagamenti, innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua. Un rischio che sarebbe presente soprattutto nelle zone interessate dagli incendi che, mai come questa estate, hanno devstato la Campania e la provincia di Salerno.
A rilevarlo la stessa protezione Civile regionale che parla di particolare fragilità aggravata anche dai recenti incendi con la possibilità che si verifichi il trasporto a valle dei materiali prodotti dalla combustione. La Protezione civile regionale ha invitato anche a prestare attenzione “alle zone depresse del territorio e con condizioni idrogeologiche particolarmente
fragili, anche per la ridotta capacità di assorbimento e smaltimento degli afflussi meteorici, a causa degli effetti indotti dai numerosi incendi boschivi che hanno interessato il territorio”. Con la pioggia anche venti sud-occidentali con rinforzi e raffiche nei temporali.

Agosto: 2020
L M M G V S D
« Lug    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31