Crescent, il Consiglio di Stato sblocca i lavori nel settore 1. Slitta, però, udienza di merito

Rinviata al 16 novembre l’udienza di merito del Consiglio di Stato sui lavori al Crescent di Salerno. Si è discussa, invece, quella cautelare per il solo permesso a costruire del settore 1 per il quale sarebbe stato deciso lo sblocco fino al livello piazza. (231012 Giancarlo Frasca)

The YouTube ID of … is invalid.

I lavori nel settore 1 del Crescent, l’edificio semicircolare progettato da Bofill, ed in corso di realizzazione a Salerno nell’area di via Alvarez, potrebbero riprendere già da domani. Il Consiglio di Stato, infatti, avrebbe deciso di uniformare la situazione dei due ricorsi presentati da Italia Nostra.
Per il primo relativo ai settori dal 2 al 5, dopo il blocco dei lavori, era stata concessa una sospensiva, su richiesta del’impresa impegnata, la Crescent srl (Rainone, Favellato e Ritonnaro), autorizzando i lavori fino al livelli piazza.
Per il secondo, invece, per il settore 1, il blocco era stato totale.
Oggi, comunque, l’udienza cautelare, dopo il dispositivo del 20 agosto del Tar di Salerno, al termine della quale sarebbero stati autorizzati i lavori, anche nel settore 1, fino al piano di calpestio, almeno fini all’udienza di merito.
Per il resto, conunque, tutto rinviato al 16 novembre. La prevista udienza di merito del Consiglio di Stato, prevista per oggi, per il primo ricorso, infatti, è stata rinviata per lo sciopero degli avvocati al quale hanno aderito anche gli avvocati dell’associazione ambientalista Italia Nostra che ha presentato il ricorso contro il permesso a costruire per i settori dal 2 al 5 dell’edificio che dovrebbe delimitare piazza della Libertà. (231012 Giancarlo Frasca)

Novembre: 2021
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930