Salerno, migliorano le condizioni del 12enne ferito a Sapri. Polemiche sui tempi per il trasporto a Napoli

Migliorano le condizioni del 12enne di Morigerati ferito accidentalmente dallo zio al polmone durante una battuta di caccia al cinghiale. Il bimbo è stato trasportato da Sapri a Napoli in ambulanza a cinque ore dall’incidente. Non è stato possibile utilizzare un elicottero perché non esistono aree attrezzate per l’atterraggio delle eliambulanze in tutta la provincia di Salerno. Tutto è rimesso alla discrezionalità del pilota. la conferma dell’incredibile situazione arriva dal responsabile della Sala Operativa 118 del Ruggi di Salerno, il dottor Raffaele Vincenzi. Eppure a Sapri, come confermato dal sindaco Cono D’Elia era stato preparato il campo sportivo per consentire l’atterraggio dell’elicottero di soccorso. La procura di Lagonegro starebbe esaminando la relazioni dei Carabinieri per valutare se aprire o meno un’inchiesta anche su questo aspetto. Il piccolo Biagio è, comunque, ricoverato al Santobono di Napoli, l’unico ospedale campano ad avere la rianimazione pediatrica. Al Ruggi di Salerno, dove pure è stato curato, non esiste infatti una terapia intensiva per i bambini. (291215 Peppe Leone)

Dicembre: 2019
L M M G V S D
« Nov    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com