Parco del Cilento, carcasse di animali bruciate. Due persone denunciate

Due persone sequestrate nell’area del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano ed Alburni dagli uomini del Corpo Forestale dello Stato per smaltimento illecito di rifuti di origine animale nel comune di Sanza, in località Casali.
Durante un servizio di prevenzione e controllo del territorio, sulla strada Comunale denominata “Casali”di Sanza ha notato un cumulo di rifiuti all’interno di un fondo agricolo recintato di privata proprietà. Gli Agenti hanno accertato che i rifiuti accumulati ed in gran parte bruciati, erano costituiti prevalentemente da scarti di origine animale e da numerosi cartoni parzialmente combusti su alcuni dei quali erano impresse etichette adesive ancora consultabili e riportanti, oltre la natura e quantità del prodotto anche le indicazioni dell’esercizio commerciale al quale erano stati spediti. L’intera area, è stata sottoposta a sequestro preventivo e due persone sono state deferite alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Lagonegro. Uno in qualità di produttore dei rifiuti e l’altro in qualità di proprietario dell’area. (150914)

Dicembre 2022
L M M G V S D
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031