La formazione ed i giovani. Canfora alla Spei: Credo nella medicina estetica e ricostruttiva ma servirebbe una regolamentazione nuova

Solo con la formazione e con una corretta preparazione, i giovani possono riuscire a trovare spazio nel difficile mondo del lavoro. In quest’ottica possono rivestire un ruolo importante le scuole di formazione. A dirlo il presidente della Provincia di Salerno Canfora, intervenuto alla consegna di 52 attestati alla Scuola Spei. (171115)

Cresce l’interesse dei giovani per figure professionali legate al mondo dell’estetica, dall’acconciatore all’estetista a nuove professioni come l’operatore di tatuaggio e piercing. Nuovi sbocchi occupazionali sui quali puntare per cercare di superare le difficoltà del mondo del lavoro. Questo il messaggio partito dalla scuola Spei di Salerno in occasione della conclusione del ciclo di percorsi formativi, con la consegna di 52 attestati a ragazze e ragazzi che hanno seguito i corsi nei mesi scorsi. Alla cerimonia il Presidente della Provincia di Salerno, Giuseppe Canfora, che ha augurato agli studenti di impegnarsi con serietà dapprima per la propria formazione e, quindi, nel mondo del lavoro. Un Canfora inedito che ha ricordato la sua attività professionale, con 35.000 anestesie in 35 anni di carriera, ammettendo di rinunciare con fatica alla sala operatoria, invitando i più giovani a mettere il massimo dela dedizione nella propria attività, mettendo al primo posto i pazienti. Canfora ha poi ribadito di credere nella medicina estetica e ricostruttiva, settori per i quali, però, occorrerebbero maggiori controlli ed una nuova regolamentazione, per evitare che anche persone senza scrupolo possano operare. In tale ottica vanno giudicati positivamente i percorsi di formazione, sia in campo estetico che in campo sanitario, come quelli proposti dalla Spei di Salerno.

Novembre: 2021
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930