Il mondo delle lezioni private

In Italia, le lezioni private rappresentano un mercato di quasi 1 milione di euro, dunque le lezioni a domicilio sono un ottimo modo per arrotondare lo stipendio o anche avere un’entrata sufficientemente elevata per contribuire all’economia domestica.

Per inserirsi nel mercato delle lezioni private, oltre ai classici passaparola e volantini nelle scuole (sempre fondamentali), oggi ci sono diversi strumenti online, come annunci su siti generalisti come subito.it e bacheka, profili LinkedIn creati ad hoc e piattaforme interamente dedicate al mondo delle lezioni private come Superprof.

Possono essere impartite lezioni private in qualunque ambito disciplinare: dalle lezioni di matematica, greco e latino richiestissime dai liceali, alle lingue inglese e francese oggi fondamentali per tutti i giovani e meno giovani; anche le lezioni per insegnare a suonare strumenti musicali come pianoforte o chitarra sono molto richieste; e vi è un mercato pure per lezioni a domicilio in ambiti molto particolari come origami, astrologia, disegno, calligrafia e yoga. Inoltre, chiunque si senta all’altezza e riesca a soddisfare le esigenze dei propri discenti può impartire lezioni private, eccezion fatta per ispettori e dirigenti scolastici; i docenti invece possono impartire lezioni private previa autorizzazione del proprio dirigente scolastico, al quale devono dunque comunicare nome, cognome e scuola degli studenti cui impartiscono lezioni private. Il dirigente scolastico ha facoltà di negare l’autorizzazione nel caso in cui l’attività privata dovesse pregiudicare l’espletamento degli obblighi di servizio. E in ogni caso ai docenti è fatto divieto di impartire lezioni private agli studenti dell’istituto presso il quale lavorano.

Il prezzo medio per un’ora di lezione è di 26,50 €. Ma a seconda delle aree geografiche e delle materie insegnate, vi sono considerevoli differenze: si va da un massimo di 35,00 € l’ora, ad un minimo di 18,00 € l’ora. Nei piccoli centri e in periferia, gli insegnanti privati hanno una remunerazione più bassa rispetto ai loro colleghi in città; e in generale c’è una paga migliore al Nord rispetto al Centro-Sud. A seconda delle materie abbiamo: lo sport con 35,00 € l’ora, la musica 27,00 €, le arti 23,00 € e 21,00 € in media per le lingue straniere, le scienze e le ripetizioni scolastiche. Anche all’interno delle stesse categorie vi sono sostanziali differenze, prendiamo ad esempio la musica con le lezioni di pianoforte che costano in media 28,00 € l’ora, contro i 23,00 € l’ora per le lezioni di chitarra. Nel caso delle lingue straniere, un insegnante madrelingua è più caro di uno che non lo è. In media le donne hanno una remunerazione più bassa degli uomini. Ma in generale anche e soprattutto la preparazione e relativa reputazione di un insegnante determinano il costo delle sue lezioni.

La maggior parte delle lezioni private sono impartite in nero, cioè non vengono dichiarate al fisco italiano. Ma per fare le cose in regola, se l’attività di impartire lezioni private non costituisce una vera e propria professione, è sufficiente emettere una ritenuta d’acconto per prestazione occasionale, non soggetta al pagamento dell’iva.

ottobre: 2019
L M M G V S D
« Set    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com