Cstp, Santocchio garantisce l’anno scolastico tagliando, però, del 15% le corse. La Provincia respinge la trattativa privata

Il Cstp garantirà le corse per l’inizio dell’anno scolastico. Il presidente dei liquidatori, Santocchio, chiede però a Comune e Provincia di Salerno di ridurre del 15% le corse assicurate, alla luce dello stato di crisi del Consorzio. Proposta accolta sia dalla Provincia che dal Comune di Salerno, sebbene con qualche distinguo. Intanto dopo la bocciatura dell’unica proposta ammessa all’avviso pubblico, palazzo Sant’Agostino respinge l’ipotesi della trattativa privata per individuare un’azienda alternativa per il trasporto pubblico. Il Comune capoluogo, invece, prosegue per la sua strada. Lunedì al via il dialogo competitivo. (060912 Giancarlo Frasca)

Il Cstp, nonostante la crisi, garantirà la prosecuzione del servizio di trasporto nel salernitano. Ad assicurarlo, con una nota, il presidente del collegio dei liquidatori, Mario Santocchio, all’indomani della bocciatura dell’unica offerta inizialmente ammessa all’avviso pubblico della Provincia di Salerno per individuare un’azienda alternativa al Consorzio, nel caso di una sospensione delle corse. Soprattutto in vista dell’apertura dell’anno scolastico, quindi, il Cstp ha assicurato che non lascerà a piedi gli studenti salernitani, lanciando una proposta agli enti concendenti per rivedere i contratti di servizio, lasciando inalterati i costi per la Provincia ed il Comune di Salerno. Per Santocchio, per riuscire a garantire un servizio efficiente ai viagiatori, studenti e lavoratori in particolare, senza gravare sulle casse dell’azienda, potrebbe bastare una riduzione del 15% sulle corse, concentrandola sulle linee meno utilizzate, in sostanza un taglio non lineare.
L’amministrazione provinciale, intanto, proprio sulla scorta degli impegni presi oggi dal Cstp ha deciso, nonostante il flop dell’avviso pubblico, di non procedere ad una trattativa privata vista l’assenza di una situazione di emergenza
Critiche, da parte della Provincia, al piano illustrato dal Comune di Salerno di proseguire lo stesso sulla strada dell’individuazione diretta di un’azienda alternativa al Cstp. Per l’assessore Napoli occorrerebbe garantire un vettore unico, come auspicato anche dai sindacati.
Il Comune di Salerno, intanto, se da un lato continua a supportare il Cstp, dall’altro va avanti con il piano illustrato nei giorni scorsi dal Sindaco De Luca e dall’assessore Cascone. Corsa contro il tempo per arrivare ad un protocollo d’intesa e, poi, ad un contratto con Rfi per la Metropolitana Leggera e, nell’immediato, l’individuazione di un’azienda che possa rilevare il servizio di trasporti su gomma in ambito urbano. Lunedì, quindi, inizierà il così detto “dialogo competitivo”. L’amministrazione inviterà una serie di aziende, tra le più rappresentative, a presentare una propria offerta che sarà valutata entro pochi giorni. Tra le aziende che saranno invitate sicuramente Arriva Italia e Sita Sud.

Febbraio 2023
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728