Campania, Primarie sempre ad un bivio. De Luca presenta il programma, Cozzolino: Si vota il 22

De Luca presenta il programma, Cozzolino afferma di essere in vantaggio. A otto giorni dalla data fissata per le primarie, la macchina del Pd e i candidati vanno avanti spediti verso le consultazioni, mentre proseguono i tentativi di spostare la data o di far “saltare il banco”. La prima ipotesi è sul tappeto e potrebbe concretizzarsi tra domani e martedì con una segreteria lampo chiamata a far slittare per motivi tecnici il voto dal 22 febbraio al primo marzo. Ipotesi, questa, che però trova la netta opposizione di Vincenzo De Luca. ”Ci copriamo di ridicolo – ha affermato oggi – chi vuole spostare la data si prenda la responsabilità nei confronti di cittadini e militanti”. Il sindaco decaduto, oggi a Napoli, ha respinto l’ipotesi di tirarsi indietro nonostante a Roma considerino la sua candidatura inopportuna. “Ne abbiamo parlato, ci ho riflettuto, non la considero inopportuna. E poi – ha detto oggi durante la presentazione del suo programma – sarebbe come dire a Maradona di andare in panchina mentre gioca la finale di Coppa Campioni”. Ma intanto si intensificano le voci su pressioni romane per fargli fare un passo indietro. Va dritto verso il 22 febbraio anche Andrea Cozzolino che afferma di essere in vantaggio. “Ci sentiamo davanti – dice – e faccio appello a tutti quelli che finora sono stati vicini ad altri candidati: sostenete la mia battaglia perché il candidato che vincerà le primarie sarà il candidato unitario”. Un messaggio forte all’area Casillo e all’ Area Dem che avrebbero ‘mollato’ De Luca e che sono tentati dall’appoggiare i renziani nel loro tentativo di annullare le primarie. Per ora, però, i 154 membri dell’assemblea che avrebbero il potere di dire stop al voto non ci sono. Chiusa la maratona parlamentare molti deputati hanno ripreso a lavorarci ma per ora senza successo. Anche Gennaro Migliore prosegue la sua campagna elettorale e oggi ha sposato la battaglia dei lavoratori della Ericsson di Marcianise. Lunedì sono attese novità anche nel centrodestra: a Napoli arriva Angelino Alfano, leader Ncd. Il ministro del’Interno, che avrà un incontro in prefettura, vedrà i vertici regionali di Ncd per fare il punto, assieme ai rappresentati dell’Udc, del quadro delle alleanze che si profila in Campania. Alfano dovrebbe vedere anche i rappresentati dei Popolari per l’Italia che propongono ”la formazione in Campania – spiega il coordinatore regionale del partito di Mario Mauro, Enzo Rivellini – di un laboratorio politico che possa tracciare la strada anche alla politica nazionale. Sulle alleanze possiamo tracciare insieme cinque punti fondamentali da proporre ai due schieramenti, partendo, per coerenza, da Caldoro”.(140215)

Febbraio: 2020
L M M G V S D
« Gen    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
242526272829