Apertura dell’anno scolastico a Salerno tra nuovi e vecchi problemi

Dopo gli anticipi di alcuni istituti, da questa mattina apertura ufficiale dell’anno scolastico in provincia di Salerno. 169.000 in classe, con un calo di 1475 rispetto all’anno scorso. Consueto incontro con gli studenti per il sindaco di Salerno che ha scelto le elementari Mazzetti. (150914)

Ad una settimana di distanza dalle medie di Torrione Alto, e qualche giorno dall’Istituto Compresivo Quasimodo ed il Liceo Regina Margherita di Salerno, anche nel resto delle scuole salernitane si è aperto ufficialmente l’anno scolastico tra vecchi e nuovi problemi. Un ritorno in classe che, però, è ulteriormente slittato, invece, per la Don Milani di pastena, sempre nel capoluogo, dove per lavori alla mensa ed in alcuni ambienti dell’istituto, la campanella suonerà soltanto il prossimo 22 settembre. problemi si registrano anche all’alberghiero Virtuoso per 5 classi mentre al Liceo tasso resta aperta la questione del cortile interno, impraticabile ed al galilei per i laboratori.
Come ogni anno, in ogni caso, sindaco e vice sindaco di Salerno hanno visitato una scuola per fare gli auguri di buon lavoro a dirigenti, insegnanti e studenti, nel caso specifico piccoli. La scelta è andata alle scuola eelemtare Mazzetti di via Rocco Cocchia, nella zona orientale del capoluogo, che già negli anni scorsi aveva ospitato la visita inauguirale del primo cittadino. 169.000 circa, in ogni caso, gli studenti in tutta la provincia di Salerno, 26.000 per le materne, 50.000 per le elementari, 33.000 alle medie e 58.000 alle superiori con un calo di 1457 rispetto al passato, in particolare per queste ultime. 13.825, invece, i docenti impegnati.

Dicembre 2022
L M M G V S D
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031